23 gennaio 2021
ore 8:30
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
3 minuti, 6 secondi
 Per tutti

SITUAZIONE METEO. Una vasta circolazione ciclonica rimarrà padrona di gran parte del continente europeo nel corso dell'imminente weekend, centrata sul Nord Europa ma influenzando gli stati posti più a sud fino al Mediterraneo centrale. Di conseguenza anche l'Italia risentirà dei suoi effetti, con il passaggio di almeno due perturbazioni pilotate da una saccatura che si scaverà proprio in corrispondenza dello Stivale. La prima perturbazione, giunta già venerdì al Nord e sul Tirreno, si sposterà sabato verso levante sospinta da un intenso flusso occidentale che manterrà il tempo instabile su Nordest e regioni tirreniche centro-meridionali, seppur con fenomeni in attenuazione nel corso della giornata. Altrove si assisterà ad una breve pausa, in attesa del sopraggiungere di un nuovo fronte nel corso di sabato a partire dalle Alpi occidentali. Domenica interesserà Sardegna, Emilia, tratti del Nordest e tirreniche con rovesci anche forti in sconfinamento all'Adriatico, seguito però da ampi rasserenamenti in estensione dalle regioni occidentali. Nel dettaglio:

METEO ITALIA SABATO. Ampie schiarite al Nordovest in estensione a Lombardia ed Emilia in giornata, inizialmente instabile su Spezzino, est Lombardia, Triveneto ed Emilia con piogge e rovesci più frequenti su alto Veneto e Friuli VG, in attenuazione in giornata e con schiarite in avanzamento da ovest. Neve sulle Dolomiti dai 500/600m. Iniziale instabilità anche su Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Calabria tirrenica e Sicilia, con rovesci che tenderanno ad attenuarsi in giornata e con parziali schiarite in avanzamento dall'alto Tirreno. Neve sull'Appennino centro-settentrionale dai 900/1100m, dai 1300/1500m su quello meridionale. Più asciutto su adriatiche con schiarite anche ampie in giornata, salvo qualche pioggia fino al mattino in Puglia. Tra pomeriggio e sera peggiora su Alpi occidentali con neve dai 500m e piogge in estensione a Levante Ligure e alta Toscana, per l'arrivo di un nuovo impulso perturbato atlantico. Venti tesi tra Ostro, Libeccio e Ponente con mareggiate sulle coste tirreniche e raffiche intense sull'Appennino. Temperature stabili o in lieve calo, clima mite sul versante adriatico e ionico per effetto dei venti di caduta appenninici e meridionali.

METEO ITALIA DOMENICA. La nuova perturbazione coinvolgerà Sardegna, Levante Ligure, Veneto orientale, basso Friuli, Emilia Romagna e Centro-Sud, specie versante tirrenico, con piogge anche intense e temporali anche forti tra bassa Toscana, Lazio, Campania, in trasferimento alla Calabria, specie tirrenica, e rovesci fin sulla Sicilia, ma con fenomeni in contemporanea attenuazione da nord. Schiarite su Nordovest, Lombardia ed ovest Triveneto, in estensione in giornata a Emilia, alta Toscana, Sardegna e in tendenza al Lazio. Nuvoloso anche sulle adriatiche e ioniche ma con fenomeni più attenuati. Neve dagli 800/1000m sull'Appennino centro-settentrionale, 1200/1400m su quello meridionale, al mattino dai 200m sulla Giulia, al primo mattino possibile qualche residuo fiocco a bassa quota fin sull'Alto Adige, seppur in rapido miglioramento. In serata nuovo peggioramento sulle Alpi occidentali con deboli nevicate in arrivo. Venti forti tra Libeccio, Ponente e Maestrale con mareggiate sulle coste esposte. Per la tendenza per la prossima settimana clicca qui.


L'ondata di maltempo sarà accompagnata da venti sostenuti che spazzeranno diverse zone della nostra Penisola. Per tutti i dettagli consulta le nostre mappe dei venti.

Le piogge in arrivo riusciranno a migliorare la qualità dell'aria nelle nostre città? Per capire come saranno le concentrazioni dei principali inquinanti visita la sezione inquinanti.

Fino a quando proseguirà il maltempo? Tutti i dettagli nella sezione meteo Italia.

Per capire dove pioverà di più nelle prossime ore consulta le nostre mappe di precipitazioni.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati