13 novembre 2016
ore 11:55
di Manuel Mazzoleni
 Per tutti

La Luna si sta lentamente avvicinando al culmine della fase di plenilunio apparendo domani la più grande degli ultimi 70 anni circa. Ma cosa sappiamo del nostro unico e tanto ammirato satellite naturale. Innanzitutto che si trova a solo 384.400 km circa da noi così che possiamo distinguere a occhio nudo rilievi e crateri della sua superficie terrestre. Esso, inoltre, è in rotazione sincrona (nota anche come risonanza spin-orbita) con la Terra e quindi rivolge verso di noi sempre la stessa faccia. In realtà la parte visibile è più della metà circa il 59% del suolo lunare, per il fenomeno definito librazione.  Ma vediamo di capire cosa osserveremo nei prossimi giorni guardando la grossa palla luminosa nei nostri cieli. La prima mappatura della faccia visibile della Luna fu fatta nel XVII secolo indicando con "mare" le aree scure e "terra" quelle più chiare ( fu poi scoperto che sulla Luna non c'è acqua ma nonostante ciò si sono mantenuti questi nomi).

Luna piena
Luna piena

CRATERI - Osservando la superficie della Luna la prima cosa che appare agli occhi sono tre grandi crateri: Tycho nella parte inferiore del disco, Copernicus e Kepler più in alto.

tychos - Il primo ha un diametro di circa 88 Km è un cratere molto noto e facilmente osservabile anche a causa della ricchissima raggera chiara, la cui lunghezza raggiunge i 1500Km, particolarmente in direzione SO-NE. Le pareti sono ben conservate, segno che il cratere è giovane, del periodo Copernicano, con pareti interne terrazzate. Al centro della pianura centrale piatta, c'è un picco che raggiunge i 2,5 Km di altezza rispetto al fondo, con un vicino più piccolo, a NE.

copernicus - Il secondo si trova a NO del centro lunare, nella zona centrale dell'Oceanus Procellarum, a N del Mare Insularum e a S della catena dei Montes Carpatus, che delimita inferiormente il Mare Imbrium. E' largo 90 Km e le sue pareti, notevolmente terrazzate per scivolamento interno del bordo, si alzano per 3,7Km sul piano circostante. Il perimetro esterno è vagamente esagonale e nel suo versante orientale presenta una formazione sporgente verso l'interno che costituisce un punto di riferimento per l'osservazione. Il fondo è piatto, cosparso, a S, da numerose e fitte colline. Il picco centrale è costituito da 3 formazioni diverse di 1,2 Km di altezza, quindi il fondo del cratere è più alto di circa 800m rispetto al piano esterno. È meno luminoso di Tycho.

kepler- Il terzo si trova nel quadrante Nord Ovest della Luna, posto ad oriente dell'Oceanus Procellarum. Ha un diametro di circa 32Km che risale al periodo Copernicano. E' un cratere circolare isolato con una vasta raggiera chiara. Ha versanti scoscesi specialmente a Sud e su cui si trova Kepler F ad Ovest. Ha alte pareti poco terrazzate e un fondo abbastanza tormentato. Ha un rilievo centrale poco prominente, collinette e piccoli crateri.

Mari e crateri Luna ( Spacecraft.it)
Mari e crateri Luna ( Spacecraft.it)

MARI - Le zone scure costituiscono i così detti "mari" della Luna. I principali sono: in basso i Mari Nubium , Nectaris e Humorum; al centro il grande Oceanus Procellarum, il Mare Insularum e il famoso Mare tranquillitatis; in alto il Mare Imbrium, il Mare Serenitatis e il Mare Frigoris.

MONTI - Tra i principali monti, in analogia con la Terra, ben visibili restano i Monti Appennini, le Alpi, i Carpazi e i monti caucasici.

monti appennini - i primi si trovano nella regione Nord della Luna, in prossimità del primo e dell'ultimo quarto. Questa è la catena montuosa più imponente della Luna, con un'estensione di circa 600 km (poco meno degli Appennini terrestri) ma con vette molto più alte, mediamente sui 4000 metri. Tra queste punte spicca il monte Huygens, che con i suoi 5500 m è la montagna più alta della Luna.

alpi - le Alpi è la catena montuoso che si trova nella parte settentrionale della Luna e si estende per circa 280 km per poi proseguire in maniera intermittente con montagne più isolate. Le vette raggiungono i 1800-2400m.

carpazi - I monti Carpazi si trovano sul bordo meridionale del Mare Imbrium ed è una formazione rocciosa con diametro di circa 361 km che si estende principalmente da Ovest verso Est.

Monti, mari e crateri della Luna
Monti, mari e crateri della Luna

Articoli correlati

Scarica la nostra app ufficiale!

Commenti