28 maggio 2017
ore 12:09
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
2 minuti, 1 secondo
 Per tutti

E' il ricercatore californiano Wallace J. Nichols, ricercatore associato presso l'Accademia delle Scienza della California e fondatore e co-direttore di Ocean Revolution, SEE the WILD, e LiVBLUE, ad essere giunto alla conclusione che nell'acqua, e in particolare in quella del mare, si nascondono alcune sostanze chimiche, come la dopamina, la serotonina e l'ossitocina, che favoriscono la nostra felicità.

Quando andiamo al mare e quando ci troviamo vicino all'acqua di solito stiamo bene. Pensiamo ad esempio al desiderio di raggiungere una spiaggia o un lago di montagna appena arrivano la primavera e l'estate. Basta osservare da vicino l'acqua in un ambiente naturale per sentirci più tranquilli, ma a volte anche una semplice fotografia o immagine dedicata all'acqua può avere un potere distensivo.

Nel suo studio Wallace J. Nichols giunge alla conclusione secondo cui l'acqua porta al cervello umano cincque benefici fondamentali per la felicità:

IL COLORE BLU DA' SOLLIEVO. Secondo una ricerca condotta nel 2003  è stato chiesto a 232 persone in tutto il mondo di indicare il proprio colore preferito. Scontato il risultato, con il colore blu che è risultato di gran lunga il vincente.

STARE LUNGO LA COSTA RENDE PIU' RILASSATI. Per risultare calmi a livello di subconscio è spesso sufficiente osservare un paesaggio marittimo. Ciò fa attivare infatti le parti del nostro cervello associate a un atteggiamento positivo, alla stabilità emotiva e al recupero di ricordi felici.

L'ACQUA RINGIOVANISCE LE MENTI. Secondo uno studio del 1995 sono stati analizzati il rendimento e la concentrazione di due gruppi di studenti. Ad uno erano state assegnate stanze con vista più paesaggistica e all'altro erano state date stanze su vedute più urbane. Il primo gruppo non solo dava risultati più brillanti, ma dimostrava anche una maggiore capacità di attenzione rispetto al secondo.

GUARDARE FOTO DI ACQUA FA BENE, MA VIVERLA NEL REALE E' ANCORA MEGLIO. Le persone sono più serene quando sono all'aria aperta, ma sono anche più felici del 5,2% quando si trovano vicino a un corso d'acqua.

L'ACQUA CI RIPORTA AL NOSTRO STATO NATURALE. Abbiamo a che fare con l'acqua fin dall'inizio della nostra vita. Il corpo umano è formato per il 75% da acqua e il mantenimento della quantità adeguata di idratazione è di fondamentale importanza per il corretto funzionamento dei nostri organi.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati