29 gennaio 2021
ore 23:48
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 42 secondi
 Per tutti
Tendenza meteo seconda settimana di febbraio
Tendenza meteo seconda settimana di febbraio

PRIMA SETTIMANA DI FEBBRAIO, ANTICICLONE MITE SUL MEDITERRANEO. Sembra delinearsi in modo sempre più definito la tendenza per la prima settimana i di febbraio, caratterizzata dalla rimonta di una struttura anticiclonica alle basse latitudini europee dal cuore addirittura primaverile sul Mediterraneo centrale e l'Italia. Le perturbazioni atlantiche rimarrebbero confinate in pieno Oceano e il grande gelo alle alte latitudini europee, con freddo e nevicate fino in pianura. Tuttavia entro la fine della prima settimana di febbraio qualcosa potrebbe cominciare a cambiare, sia dall'Atlantico che dal Nord Europa.

FLUSSI PERTURBATI MA MITI SU SUDOVEST EUROPA. Nel primo caso le grandi depressioni oceaniche sembrerebbero aprirsi una porta verso il Mediterraneo entro la fine della prima settimana del nuovo mese, con le annesse perturbazioni che tornerebbero ad interessare quantomeno gli stati sudoccidentali del Continente con maltempo anche intenso, ma in condizioni climatiche ancora tutto sommato miti.

GELO E NEVE SU NORDEST EUROPA. Nel secondo caso l'enorme serbatoio gelido presente tra Scandinavia e Russia potrebbe cercare di spingersi verso latitudini più meridionali tra la fine della prima e l'inizio della seconda settimana di febbraio, puntando gli stati dell'Europa centro-orientale. Sarebbe questa l'occasione per una intensa fase rigida ed instabile caratterizzata da temperature fino a -10/-15°C sulle zone baltiche e Bielorussia e nevicate diffuse anche a carattere di bufera.

CONSEGUENZE SULL'ITALIA ANCORA DIFFICILI DA PREVEDERE. Lo stesso flusso gelido potrebbe estendersi ancor più ad occidente, sospinto dalle correnti portanti da nordest, riversandosi sugli stati dell'Europa centrale con bruschi cali termici intorno ai giorni 7-8 febbraio e nevicate fino in pianura sulla Mittle Europa. Vista la distanza temporale risulta difficile ad oggi dire quali saranno le conseguenze per l'Italia, se potrà rientrare nella gelida circolazione nord europea o se piuttosto verrà influenzata da più miti flussi atlantici in azione sugli stati sudoccidentali del Continente. Vi consigliamo quindi di seguire i prossimi aggiornamenti.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati