21 gennaio 2021
ore 23:50
di Luca Pace
tempo di lettura
1 minuto, 44 secondi
 Per tutti

TENDENZA MEDIO LUNGO TERMINE, 25-31 GENNAIO - L'ultima settimana del mese di gennaio vedrà anomalie bariche positive interessare il Mediterraneo centro-occidentale, mentre anomalie negative persisteranno sull'Europa centro-settentrionale, dove il clima rimarrà prettamente invernale. Anche il nostro Paese subirà gli effetti di un anticiclone piuttosto invadente sul comparto mediterraneo, che porterà a giornate nel complesso asciutte in particolar modo al Nord e sulle regioni tirreniche, mentre non si esclude l'ingresso di rapidi fronti da Nord Ovest che potrebbero di tanto in tanto portare veloci peggioramenti sui settori orientali della Penisola. Dal punto di vista termico, invece, il mese di gennaio si concluderà con clima non eccessivamente freddo, con temperature a a tratti anche superiori alle medie del periodo.

TENDENZA LUNGO TERMINE, 1-7 FEBBRAIO - L'avvio del mese di febbraio dovrebbe vedere un'anticiclone decisamente meno presente in sede mediterranea, e ciò dovrebbe con ogni probabilità favorire una maggiore intrusività dei sistemi perturbati di origine nord-atlantica nel cuore dell'Europa e anche sul nostro Paese.
Si prospetta quindi un periodo contrassegnato da una maggiore dinamicità sull'Italia, con occasioni per passaggi perturbati in grado di portare piogge diffuse, ma anche il ritorno della neve almeno sui rilievi alpini e appenninici. Dal punto di vista termico, invece, non avremo a che fare con particolari ondate di freddo, stante la circolazione che si disporrebbe prevalentemente dai quadranti occidentali.

TENDENZA LUNGO TERMINE, 8-14 FEBBRAIO - Scenari interessati invece continuano a manifestarsi tra la fine della prima e l'avvio della seconda decade di febbraio. La mappa delle anomalie di geopotenziale mostra ancora infatti la presenza di una debole anomalia positiva sull'Europa centro-occidentale, che potrebbe tuttavia fungere da calamita per la discesa di masse d'aria più fredde di matrice continentale in arrivo dalla Russia. Potrebbero esserci quindi le condizioni per un periodo decisamente più freddo un po' su tutto il continente europeo, Italia compresa, con possibilità di episodi nevosi anche a quote basse.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati