19 giugno 2019
ore 13:10
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 45 secondi
 Per tutti

BOLLA ROVENTE IN RISALITA DAL NORD AFRICA. Anche oggi i modelli matematici a lungo termine confermano la linea di tendenza che sembra voler contraddistinguere l'ultima settimana del mese, a pochi giorni dal suo inizio secondo il calendario astronomico. Proprio a partire da lunedì 24 giugno, infatti, l'alta pressione che già da giorni sarà stata la figura predominante sull'Europa centro-meridionale inizierà a ricevere un apporto di aria molto calda che pescherà le correnti direttamente dall'entroterra algerino, puntando l'Europa centrale e passando attraverso l'Italia.

LA CAUSA. L'innalzamento della bolla di calore dall'Algeria avverrà come conseguenza della discesa di aria più fresca di origine nord atlantica verso la Penisola Iberica. Di riflesso masse di aria molto calda nord africane si metteranno in moto più ad est, in corrispondenza del Mediterraneo centrale, puntando verso nord e andando ad alimentare l'alta pressione.

SEMPRE PIU' CALDO FINO A FINE MESE? Per i dettagli è ancora un po' presto, tanto che i modelli matematici faticherebbero ancora nel vedere sia l'intensità che l'esatta collocazione della probabile risalita calda e tutto dipenderebbe dall'asse dell'alta pressione. Ad oggi la corsia preferenziale della risalita calda sarebbe da Algeria verso Germania, Stati alpini e comparto baltico. Lungo tale traiettoria sarebbero più coinvolte inizialmente la Sardegna e le regioni del Centro Nord, specie del versante tirrenico, successivamente anche il resto d'Italia. Al Nord, sulle regioni centrali tirreniche e sulle Isole maggiori, con valori termici che potrebbero anche raggiungere punte di 35-37°C in Pianura Padana, 36-39°C tra Emilia Romagna, Toscana, Umbria e Lazio e punte oltre i 40°C sulle zone interne di Sicilia e Sardegna. Il gran caldo si farebbe sentire pure Oltralpe con valori di molti gradi sopra la media climatologica. Seguiranno importanti aggiornamenti.


Allerte previste nei prossimi giorni: clicca qui.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione delle webcam.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.

Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati