26 novembre 2022
ore 23:40
di Edoardo Ferrara
tempo di lettura
1 minuto, 41 secondi
 Per tutti

TENDENZA METEO, FORMAZIONE DELL'ANTICICLONE RUSSO-SCANDINAVO IN AVVIO DI DICEMBRE - Anche le ultime analisi modellistiche delineano buone chanches per la formazione dell'anticiclone russo-scandinavo nei primi giorni di dicembre. In realtà l'anticiclone di tipo termico russo-siberiano è già presente, ma le sue propaggini dovrebbero appunto estendersi verso Ovest nei prossimi giorni, raggiungendo anche la Scandinavia. Le cause di questa dinamica e sostanziale cambio di pattern barico sono spiegate in questo articolo di approfondimento.

CONSEGUENZE - Come sovente accade in queste circostanze, in verità sempre più rare negli ultimi anni, almeno parte dell'aria gelida di matrice siberiana verrebbe pilotata e fatta confluire in Europa in moto retrogrado est-ovest, ovvero lungo il bordo meridionale dell'anticiclone russo-scandinavo. Constualmente l'aria fredda non solo potrebbe interagire con il flusso atlantico in ingresso sull'Europa occidentale ma anche con le acque ancora relativamente calde del Mediterraneo, generando diverse aree depressionarie. In generale si prospetta dunque un dicembre assai dinamico, almeno nella prima parte, nonché decisamente invernale su gran parte d'Europa dove le temperature potrebbero crollare, con forti gelate, valori termici sotto media e possibilità anche di nevicate in pianura. 

Il quadro si complica notevolmente invece sul Mediterraneo e quindi sull'Italia: tutto dipenderà da dove si formeranno i vortici e quale traiettoria intraprenderanno (ad oggi impossibile stabilirlo con un livello di confidenza sufficiente), sia per quanto riguarda la distribuzione e l'entità delle precipitazioni, ma anche per l'aspetto termico (dove verrà pilotato il freddo e dove invece prevarranno richiami di aria calda). In linea generale c'è da attendersi anche per l'Italia una prima parte di dicembre a tratti instabile o perturbata con parte del freddo russo che avrebbe buone possibilità di interessare in primis il Nord Italia, ma non solo. Soprese bianche dientro l'angolo? Le possibilità ad oggi ci sono, ma la distanza temporale e l'incertezza modellistica invitano ancora alla massima cautela! Seguiranno importanti aggiornamenti. 


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati