8 maggio 2020
ore 23:35
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 30 secondi
 Per tutti
Possibile intensa ondata di calore a metà mese
Possibile intensa ondata di calore a metà mese

Situazione: maggio statisticamente riserva sempre qualche prima ondata di calore anche se negli ultimi anni si è dimostrato spesso instabile e fresco, uno fra tutti quello del 2019 caratterizzato dall'inizio alla fine da instabilità e temperature sotto media. Ma quest'anno la situazione leggermente diversa e il mese da poco iniziato potrebbe collocarsi a metà come caratteristiche ovvero tra una instabilità anche marcata e ondata di calore anche intenso, un mese estremo dunque. I modelli matematici hanno già dato il loro responso, la seconda decade inizierà con il maltempo soprattutto al Nord a causa di una depressione  iberica che sarà rinvigorita da un flusso di correnti più fredde dal Mare del Nord, a seguire poi la depressione resterà ancora in auge sulla Spagna continuando a richiamare correnti calde sul Mediterraneo centrale. 

L'Italia che non si estende solo in latitudine ma anche in longitudine si troverà con le regioni settentrionali più vicine all'influenza della depressione iberica e quelle meridionali più immerse nella matrice anticiclonica sub tropicale. In particolare un nuovo avvicendamento verso levante della depressione intorno ai giorni 14-16 maggio potrebbe determinare la prima intensa ondata di caldo stagionale con temperature che potrebbero salire anche oltre i 35°C sulle Isole Maggiori ed il Sud Peninsulare, non esclusi 37-38°C nel Catanese e sul Tavoliere. Il caldo raggiungerebbe anche il Centro con massime fino a 30°C in Toscana e nel Lazio, al Nord temperature in linea col periodo invece. Normalmente le ondate di caldo sono più prevedibili di quelle di freddo quindi pensiamo che al di la di qualche piccolo scostamento queste condizioni potranno davvero verificarsi. Seguiteci naturalmente tutti i giorni perché vi terremo aggiornati.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati