28 maggio 2022
ore 23:48
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 40 secondi
 Per tutti
Meteo ponte del 2 giugno con l'anticiclone africano e qualche temporale
Meteo ponte del 2 giugno con l'anticiclone africano e qualche temporale

INIZIO PROSSIMA SETTIMANA. Si prospetta un nuova ondata di caldo africano nel corso della prossima settimana, a causa dell'espansione ormai molto probabile dell'anticiclone subtropicale verso il cuore del continente europeo. Tra lunedì e martedì, tuttavia, si avvertiranno ancora gli ultimi effetti di una depressione alimentata da aria fredda che stazionerà sull'Europa centro-settentrionale e che condizionerà il tempo su parte del Nord Italia, con qualche rovescio o temporale soprattutto sulle zone alpine. Sulle regioni centro-meridionali invece l'anticiclone avrà già cominciato la sua fase di espansione dal Nord Africa, seppur ancora con moderata determinazione. Quanto basterà per determinare tempo stabile e in prevalenza soleggiato, con temperature in aumento ma con caldo non ancora eccessivo.

ENTRO IL 2 GIUGNO ANTICICLONE AFRICANO IN NETTO RINFORZO. Da metà settimana e in corrispondenza della festività del 2 giugno l'anticiclone africano sembra seriamente intenzionato ad imporsi con prepotenza alle latitudini centro-meridionali europee, avvolgendo anche l'Italia con caldo che in alcuni casi potrebbe farsi molto intenso. L'ondata nord africana dovrebbe concentrarsi sulle isole maggiori, sulle regioni meridionali peninsulari e su quelle centrali tirreniche, con valori diurni superiori a 35°C e in Sardegna addirittura vicini ai 40°C. Caldo un po' meno intenso dovrebbe interessare il Nord Italia, comunque con punte anche superiori ai 32°C e qualche acquazzone o temporale che potrebbe ancora impegnare le Alpi occidentali.

TENDENZA FINO AL 5 GIUGNO. Il resto del Ponte, fino alla fine della settimana, sembrerebbe ancora essere caratterizzato dalla prevalenza dell'anticiclone nord africano sul Mediterraneo centrale e sull'Europa centro-meridionale, con temperature in ulteriore aumento e caldo intenso e afoso sullo Stivale. Infiltrazioni umide occidentali in scorrimento lungo il bordo superiore dell'anticiclone potrebbero però innescare temporanei fenomeni di instabilità su parte del Nord Italia, più probabili in prossimità delle zone montane. Vista la distanza temporale la tendenza potrebbe subire modifiche. Vi consigliamo di seguire tutti i prossimi aggiornamenti.


Seguici su Google News


Articoli correlati