Visita il profilo di Carlo Migliore
11 settembre 2015
ore 11:36
di Carlo Migliore
 Per tutti

Gravissimi danni per le alluvioni, quasi 1 milione di evacuati, almeno 3 vittime ed un numero ancora imprecisato di dispersi, si parla di almeno 28 persone. Questo il bilancio semi definitivo del passaggio del tifone Etau sul Giappone orientale che ha scaricato fino a 600mm di pioggia. Devastata la città di Joso per lo straripamento del fiume Kinugawa. Inondata anche la prefettura di Myiagi, l'ultima ad essere stata colpita dalla tempesta prima che il tifone si allontanasse.

Giappone orientale in ginocchio per il tifone Etau
Giappone orientale in ginocchio per il tifone Etau

Gli elicotteri dei soccorsi lavorano ancora senza sosta per  trarre in salvo quanti, sorpresi nelle loro abitazioni dalla furia delle Acque si sono rifugiati sui tetti. Terribili le immagini di questo video che mostrano la situazione drammatica in cui si trova la città di Osaky che ha subito la stessa sorte di Joso, qui a straripare è stato il fiume Shibui e le scene, drammatiche sono le stesse viste ieri. 


In totale, almeno 115 persone in pericolo di vita sono state salvate con gli elicotteri e altre 7 mila sono state temporaneamente collocate in rifugi di emergenza. A Joso, decine di persone hanno trascorso la notte sul tetto di un centro commerciale prima di essere tratte in salvo. Fortunatamente il tifone Kilo non arriverà sul Giappone, la sua traiettoria lo vede diretto verso le Isole Kuril.


TIFONE Etau sul GIAPPONE: Alluvioni devastanti e vittime

Almeno due vittime ed un numero ancora imprecisato di dispersi a causa delle inondazioni causate dal passaggio dei tifone Etau sul Giappone orientale. Particolarmente colpita la prefettura di Ibaraki una sessantina di chilometri a nordest della città di Tokio, dove il fiume Kinugawa ha rotto gli argini causando una devastante alluvione nella città di Joso.

Joso (Giappone orientale) devastata dall'alluvione
Joso (Giappone orientale) devastata dall'alluvione

Più di 100 mila persone sono state evacuate ma centinaia di altre sono rimaste bloccate nelle proprie abitazioni aspettando l'arrivo degli elicotteri. Immagini davvero terribili quelle che giungono dalla zona colpita dalle alluvioni, le case vengono letteralmente trascinate via dalla furia delle acque e le persone impotenti restano a guardare la devastazione dai balconi e dai tetti.


Senza sosta il lavoro dei soccorritori e dell'esercito che fino ad ora è riuscito a trarre in salvo almeno 40 persone in pericolo di vita. Al lavoro soprattutto gli elicotteri per controllare ed eventualmente salvare quanti sono stati sorpresi dalle inondazioni mentre erano in movimento con la propria auto.

Soccorritori salvano persone intrappolate nelle proprie automobili
Soccorritori salvano persone intrappolate nelle proprie automobili

Il Giappone per quanto all'avanguardia nella prevenzione dei terremoti e delle eruzioni vulcaniche resta uno dei paesi mondiali industrializzati con la più alta vulnerabilità idrogeologica a causa della natura del suo territorio.

Articoli correlati

Scarica la nostra app ufficiale!

Commenti