30 agosto 2021
ore 9:04
di Manuel Mazzoleni
tempo di lettura
4 minuti, 39 secondi
 Per tutti
Uragano Ida visto dal Satellite
Uragano Ida visto dal Satellite

AGGIORNAMENTO LUNEDÌ ORE 8 - Prima vittima causata dall'uragano Ida. Si tratta di un uomo di 60 anni che è stato colpito da un albero all'interno della propria abitazione, sradicato dalla furia del vento, circa 80 chilometri a nordovest di New Orleans. Nel frattempo Ida è stato declassato a categoria 1, ma nelle ultime ore ha lasciato senza energia elettrica un milione di residenti, oltre ad aver scaricato ingenti quantitativi di pioggia che stanno provocando gravi inondazioni in tutta la Louisiana orientale. Contemporaneamente lungo l'area costiera è ancora in corso una violentissima mareggiata che sta facendo salire il livello dell'acqua di alcuni metri. Ecco intanto la rotta prevista di Ida, secondo gli ultimi aggiornamenti del National Hurricane Center:

La rotta prevista di Ida
La rotta prevista di Ida



AGGIORNAMENTO ORE 20 - Occhio dell'uragano che in questo istante sta toccando la costa nell'area di Port Fourchon, circa 50km a sud di New Orleans, come categoria 4 con raffiche di 240km/h. L'intensità di Ida, in fase di landfall, è addirittura superiore a quella di Katrina nel 2005, che fece landfall come categoria 3, lasciando una lunga scia di devastazioni e inondazioni. La pressione atmosferica nell'occhio del ciclone è scesa ad un minimo di 929hPa, che se confermata, è la seconda più bassa dopo Katrina (920hPa).
Nelle prossime ore l'Uragano si muoverà verso nord, inoltrandosi nelle pianure interne della Louisiana. L'area attorno all'occhio del ciclone è la più pericolosa, dove si concentrano piogge torrenziali ed i venti più intensi, sono attese cumulate complessive fino a 300-400 mm. Ma vaste aree nel raggio di azione dell'uragano, sono a rischio di forti temporali, nubifragi ed è stato inoltre emesso un avviso per il rischio di tornado.
Oltre alla furia devastatrice di vento e pioggia, le aree costiere stanno facendo i conti con l'onda di marea innescata dal transito della tempesta; è previsto un innalzamento del livello del mare di 4-5 metri, in particolare alla foce del Mississippi. 

MASSIMA ALLERTA IN LOUSIANA PER L'ARRIVO DELL'URAGANO IDA - Cresce la paura lungo la costa settentrionale del Golfo del Messico per l'arrivo del potente uragano Ida. Secondo l'ultimo bollettino emesso dal National Hurricane Center il "bestione" di categoria 4 ( in meno di 18 ore è passato da Cat.2 a Cat.4) con venti sino a 220 km/h si trova a circa 120 km a Sud del delta del Mississippi e 235 km da Houma Louisina e secondo le previsioni dovrebbe generare landfall nel corso del pomeriggio di domenica.

16 ANNI DOPO KATRINA LA STORIA SI RIPETE- Ida è così pronta a colpire la Louisiana 16 anni dopo l'uragano Katrina, che devastò le coste del Mississippi e della Louisiana nella stessa giornata; era infatti il 29 agosto del 2005 quando generò landfall. Allora Katrina era un uragano di categoria 3 che causò circa 1.800 morti nonché inondazioni catastrofiche a New Orleans, che ha impiegato anni per riprendersi.


Seppur Ida potrebbe risultare ancora più potente, rassicurazione sono arrivate dal governatore della Louisiana John Bel Edwards che sabato ha affermato: "Non siamo lo stesso stato in cui eravamo 16 anni fa", precisando la presenza di un sistema di argini federale decisamente migliore, che ha visto importanti migliorie e adeguamenti dopo la tragedia di Katrina. Allo stesso tempo oltre 5.000 soldati della Guardia Nazionale sono operativi in 14 parrocchie per eventuali operazioni di ricerca e soccorso con veicoli in acqua alta, barche ed elicotteri. Ben 10.000 uomini della compagnia elettrica sono nel contempo pronti a rispondere alle interruzioni elettriche causate dai venti tempestosi e dalle mareggiate.

Il rapido aumento della potenza di Ida non ha purtroppo consentito l'evacuazione dei 390 mila abitanti di New Orleans, chiamati così ad affrontare un'altra dura prova dopo le tragiche vicende di 15 anni fa. Tuttavia, molte sono le persone che hanno abbandonato le loro abitazioni con lunghe code nella giornata di ieri su tutta la rete stradale, ai distributori di benzina e ai supermercati.

Lunghe code per lasciare lo stato della Louisiana
Lunghe code per lasciare lo stato della Louisiana

MASSIMA ALLERTA PER 320 KM DI COSTA - Ida, tuttavia, non rappresenta una seria minaccia solo per New Orleans ma per quasi 200 miglia (320 chilometri) della costa della Louisiana, da Intracoastal City a Sud di Lafayette al confine di stato del Mississippi. Un avviso di tempesta tropicale è stato esteso nel contempo alla linea Alabama-Florida e Mobile Bay in Alabama resta sotto sorveglianza di mareggiate.

In Mississippi, il governatore Tate Reeves ha esortato i residenti a non utilizzare le autostrade interstatali per fare spazio alle persone che lasciavano e stanno lasciando la Louisiana. Ha precisato inoltre che sono stati aperti 19 rifugi per accogliere gli sfollati, mentre diversi casinò sulla costa del Mississippi sono stati chiusi.

VERSO IL POSTO PEGGIORE PER UN URAGANO - Secondo le ultime elaborazioni Ida si dovrebbe muovere attraverso quello che viene definito "il posto peggiore in assoluto per un uragano". Il corridoio dell'Interstate 10, tra New Orleans e Baton Rouge è un fulcro critico dell'industria petrolchimica della nazione, fiancheggiato da raffinerie di petrolio, terminali di gas naturale e impianti di produzione chimica. Entergy, il principale fornitore di energia elettrica della Louisiana, gestisce due centrali nucleari lungo il fiume Mississippi. Cresce così la paura che Ida possa arrecare danni a una di queste strutture con il rischio di eventuali disastri ambientali.

Ida dopo aver raggiunto nel pomeriggio le coste della Louisiana dovrebbe proseguire la sua marcia verso Mississippi, Tennessee, Kentucky e Virginia, perdendo gradualmente forza.

Traiettoria prevista di Ida. fonte : NOAA
Traiettoria prevista di Ida. fonte : NOAA

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati