8 aprile 2020
ore 20:00
di Edoardo Ferrara
tempo di lettura
2 minuti, 43 secondi
 Per tutti
Il ponte crollato in Lunigiana: fonte immagine ivg.it
Il ponte crollato in Lunigiana: fonte immagine ivg.it

AGGIORNAMENTO ORE 14:00 - Una fuoriuscita di gas conseguente alla rottura di una condotta causata dal crollo del ponte è stata bloccata da Italgas; per tale motivo stamani a seguito del crollo si sentiva odore di gas. Al momento l'interruzione del servizio interessa soltanto la frazione di Caprigliola, nel comune di Aulla (Massa Carrara), per la quale sono in corso valutazioni per ripristinare la fornitura di gas con l'ausilio delle bombole. Il 3 novembre scorso i tecnici dell'Anas avevano effettuato un sopralluogo sul ponte, dopo che a causa della forti piogge si era verificata una crepa: dai controlli fu tuttavia dichiarato che non sussistevano 'condizioni di pericolosità', riferisce il presidente della Provincia di Massa Carrara Gianni Lorenzetti.

AGGIORNAMENTO ORE 12:40 - Il ministro dei trasporti e delle Infrastrutture, Paola De Micheli, ha contattato il sindaco del comune Roberto Valettini per accertarsi delle condizioni di salute delle persone coinvolte e ha chiesto una dettagliata relazione ad Anas, società diventata gestore della strada provinciale 70 dal 2018. Si conferma per ora un conducente ferito trasportato all'ospedale in codice giallo, mentre il conducente del secondo furgone sembra illeso.

AGGIORNAMENTO ORE 12:02 - Secondo fonti sanitarie c'è un ferito trasportato in codice giallo all'ospedale in seguito al crollo del ponte ad Albiano Magra. Sarebbe il conducente di un furgone. Un altro autista sempre di un furgone sarebbe invece rimasto praticamente illeso.

AGGIORNAMENTO ORE 11:46 - Secondo gli ultimi rilievi sarebbero due i furgoni coinvolti, il conducente del primo risulta ferito ma in salvo. Si tratta di un ponte di una strada statale che fa parte amministrativamente della Toscana (provincia di Massa Carrara) e collega la Liguria con la Lunigiana attraversando il fiume Magra. Il ponte unisce la Statale della Cisa con la provinciale di Albiano. Questa strada era altamente trafficata: la tragedia si è potuta evitare solo grazie alle restrizioni imposte dall'emergenza Coronavirus. Ancora sconosciute le cause del crollo, non si esclude una fuga di gas.

L'assessore alla Protezione civile Giacomo Giamperdone: "Sono immagini che ci riportano indietro alla tragedia del ponte Morandi. Il ponte è in Toscana ma è un collegamento molto importante per tutto lo spezzino. Abbiamo già dato tutta la nostra disponibilità alla Regione Toscana in caso ci fosse necessità di supporto. C'è almeno un camioncino coinvolto con una persona rimasta ferita, vittime al momento non se ne registrano. E' un collegamento importante che creerà problemi per i collegamenti tra Toscana e Liguria. Ora c'è da fare un'attenta riflessione sulla situazione della nostre infrastrutture, non solo della Liguria ma di tutta l'Italia"

CROLLA PONTE IN TOSCANA, ZONA AULLA A CONFINE CON LA LIGURIA - Questa mattina intorno alle 10:22 è crollato interamente il ponte di Albiano Magra, nella zona di Aulla in Lunigiana. Il ponte unisce la Statale della Cisa con la provinciale di Albiano. Dai primi rilievi vi è un furgone coinvolto ma il conducente sarebbe riuscito a trarsi in salvo; sul posto i Vigili del Fuoco. Fortunatamente al momento del crollo non transitata quasi nessuno per via delle restrizioni imposte dall'emergenza Coronavirus.




Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati