19 ottobre 2018
ore 18:10
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
2 minuti, 14 secondi
 Per tutti

AGGIORNAMENTO ORE 11,30. ALLUVIONE A CATANIA

Situazioni critiche si registrano al confine tra Catanese e Siracusano, soprattutto sulle zone di Francofonte, Lentini e Sigonella, dove le piogge intense hanno provocato estesi allagamenti costringendo molti residenti a rifugiarsi sui tetti delle loro abitazioni. Sono dovuti entrare in azione gli elicotteri dei Vigili del Fuoco, della Marina Militare e dei Pompieri della Regione Campania per mettere in salvo le persone. Altri rifugiati sui tetti hanno invece rifiutato l'intervento dall'alto con gli elicotteri, pretendendo l'invio dei mezzi da terra, nonostante le condizioni avverse.



AGGIORNAMENTO ORE 8,30

Condizioni di forte maltempo interessano dalla sera di ieri (giovedì) praticamente l'intera Sicilia, a causa della risalita di correnti umide e fortemente instabili dal Nord Africa e dal basso Mediterraneo. Le ultime ore sull'isola sono state caratterizzate da rovesci e temporali spesso di forte intensità e a carattere di nubifragio che hanno provocato diversi allagamenti durante la notte. Gli accumuli pluviometrici parlano chiaro: si raggiungono punte di 230mm nelle zone interne del Catanese, di cui la metà caduti in sole tre ore durante la notte.

Le zone più colpite dall'ondata di maltempo sono Ramacca, Palagonia, Scordia e Agira nell'Ennese, a causa degli allagamenti sia nelle case che nelle attività commerciali. Alcune strade risultano interrotte: un tratto della SS417, Catania-Gela, in territorio di Mineo, la statale 385 di Palagonia, e la SS280, Catania-Enna. Alcuni veicoli sono stati trascinati dalla potenza dell'acqua, tra questi anche un camion dei Vigili del Fuoco nella zona di Piana. I quattro componenti della squadra sono rimasti bloccati per oltre tre ore dall'acqua alta circa un metro e mezzo vicino il parco archeologico di Palikè, in territorio di Mineo, e sono stati soccorsi da poco da altri colleghi. (Fonte: lasicilia.it).

Qualche fenomeno è sconfinato fino alla bassa Calabria, ma di intensità decisamente più attenuata, mentre sono andate esaurendosi le ultime piogge in Sardegna. Sul resto d'Italia il tempo è opposto, all'insegna della stabilità grazie all'alta pressione che si sta continuando ad espandersi dall'Atlantico e dall'Europa occidentale verso il cuore del Continente, inglobando così almeno 3/4 dello Stivale, pur con la presenza di alcune nebbie o nubi basse su Val Padana e regioni adriatiche.

PROSSIME ORE. Piogge e temporali insisteranno per parte della giornata in Sicilia sul versante ionico, ma inizieranno ad attenuarsi nel pomeriggio fino ad esaurirsi definitivamente entro sera. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia.

Per le precipitazioni previste clicca qui

Per l'archivio dei nostri articoli clicca qui

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati