20 novembre 2022
ore 23:56
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
5 minuti, 12 secondi
 Per tutti
Meteo Centro: maltempo a più riprese nei prossimi giorni
Meteo Centro: maltempo a più riprese nei prossimi giorni

AGGIORNAMENTO RE 16,45. RAFFICHE A OLTRE 80KM/H AL SUD. Soffia un forte vento tra nordovest e sudovest al Sud con raffiche che in Sicilia, Calabria e Salento hanno sfiorato gli 80km/h, superati invece in Basilicata sull'entroterra materano dove si sono toccati gli 85km/h. Intanto sulla Puglia settentrionale i venti cominciano a disporsi dai quadranti settentrionali, mentre in Sardegna soffia un teso Maestrale.

AGGIORNAMENTO ORE 15,30. FORTI TEMPORALI SUL SALENTO, TROMBA MARINA A LECCE. Forti temporali stanno raggiungendo la Puglia meridionale, trasportati da un intenso flusso sudoccidentale. Direttamente coinvolto il Salento, con accumuli pluviometrici che superano i 60mm sul Leccese. Proprio sulla zona di lecce in mattinata è stata avvistata una tromba marina che ha toccato terra nei pressi di Santa Maria di Leuca provocando alcuni disagi e lasciando circa 250 utenze senza corrente elettrica.

AGGIORNAMENTO ORE 15. CALABRIA, TROMBA D'ARIA NEL LAMETINO. Insieme a rovesci e temporali di forte intensità che in mattinata hanno coinvolto il versante tirrenico della Calabria, una tromba d'aria ha colpito il Lametino sradicando alberi e scoperchiando i tetti di alcune abitazioni. Numerose le chiamate ai Vigili del Fuoco, disagi all'aeroporto di Lametia dove alcuni voli sono stati dirottati su Brindisi a cause del maltempo.

Nel seguente video il forte temporale a Lametia Terme:

AGGIORNAMENTO ORE 12,45. TEMPORALI IN CALABRIA. Forti rovesci e temporali non hanno risparmiato la Calabria in questa mattinata di domenica, con fenomeni concentrati soprattutto sul versante tirrenico. Coinvolti soprattutto Cosentino, Vibonese e Reggino con accumuli pluviometrici che rapidamente hanno raggiunto i 30mm.

AGGIORNAMENTO ORE 12. MALTEMPO AL SUD, ALLAGAMENTI A STROMBOLI. Il nucleo temporalesco che ha raggiunto in mattinata Sicilia e Calabria sta dando luogo a forti temporali e nubifragi e ha colpito direttamente le Eolie, dove si registrano importanti allagamenti. A Stromboli fiumi di fango e detriti si sono riversati sulle strade coinvolgendo anche alcune abitazioni. Allagamenti anche a Lipari. Sospesi collegamenti marittimi con Alicudi e Filicudi.

AGGIORNAMENTO ORE 8. La perturbazione giunta sabato sta interessando ancora parte delle regioni meridionali con piogge e rovesci all'alba di domenica. Il fronte è orchestrato da un minimo di pressione che si sta scavando sull'Italia meridionale, alimentato da aria fresca in discesa dalle alte latitudini europee verso il Mediterraneo centrale.

ALLUVIONE CAMPANIA. Piove ancora su tratti della Campania, anche se con intensità decisamente più attenuata rispetto a ieri, quando una vera e propria alluvione si è abbattuta sul Cilento provocando ingenti danni. A farne direttamente le spese sono stati il comune di Agropoli e di Castellabate, nel Salernitano, dove i Vigili del Fuoco, supportati dai reparti di tutta la regione, hanno eseguito centinaia di interventi. Alcuni corsi d'acqua sono esondati provocando pesanti allagamenti che hanno trasformato le strade in fiumi carichi di detriti. Molte auto sono state trascinate dalla corrente, l'acqua ha invaso cantine, negozi ai piani terreno e alcune scuole. Lunedì e martedì rimarranno chiuse tutte le scuole della provincia.

'Le foto ed i video che ci arrivano dal Cilento, ed in particolare da Agropoli e Castellabate, ci lasciano senza parole. Forti piogge, esondazione del fiume Testene e di altri corsi d'acqua hanno provocato l'allagamento dei centri urbani. La mia piena solidarietà ai sindaci Roberto Mutalipassi e Marco Rizzo ed a tutte le comunità danneggiate. La Provincia non farà mancare il suo contributo in questo momento difficile' ha detto il presidente della provincia Michele Strianese.

Nei seguenti video l'alluvione nel Cilento:

PIOGGE E TEMPORALI SULLE ISOLE MAGGIORI. La mattinata di domenica comincia all'insegna dell'instabilità sulle isole maggiori con rovesci e alcuni temporali. In Sicilia una cella temporalesca sta risalendo dal mare verso la costa meridionale, anche se il grosso dei suoi fenomeni si manifesta in mare aperto. Qualche rovescio interessa comunque il settore centro-occidentale della regione, specie il palermitano. In Sardegna rovesci e temporali si stanno portando dal mare verso il Sassarese, sospinti da un teso flusso di Maestrale.

QUALCHE PIOGGIA SUL CENTRO ITALIA. La perturbazione sta interessando anche le regioni centrali, in particolare le zone interne delle basse Marche, l'Umbria meridionale e il Lazio orientale, mentre qualche fiocco di neve cade sull'Appennino oltre i 1300/1500m.

PRIME GELATE SULLA VAL PADANA. Le temperature minime sono calate sensibilmente sulle regioni settentrionali, complici i cieli sereni e l'irraggiamento notturno, con valori che al Nordovest si sono avvicinati allo zero. 0°C registrati alla Malpensa, 1°C a Milano, 2°C a Torino, ma con diverse località di aperta campagna che sono scese anche al di sotto dello zero. Sotto zero i fondovalle alpini, con -3°C ad Aosta e -1°C a Bolzano.

METEO PROSSIME ORE. Al Nord ultime piogge al mattino sulle coste friulane, in esaurimento con tendenza a schiarite. Altrove tempo in prevalenza soleggiato, salvo banchi di nebbia fino al mattino lungo il Po. In serata nubi in intensificazione sui confini alpini con deboli nevicate oltre i 900m su quelli svizzeri. Al Centro nubi sparse e schiarite sempre più ampie sul versante tirrenico, inizialmente ancora nuvoloso su Umbria e regioni adriatiche con piogge e rovesci sparsi (localmente coinvolto anche il basso Lazio fino alle prime ore della giornata). In serata esaurimento dei fenomeni e parziali schiarite da nord. Limite neve sull'Appennino sui 1300/1500m. Al Sud piogge e temporali su Campania, Calabria, Lucania e Sicilia, in estensione alla Puglia con fenomeni anche forti sul versante tirrenico dove saranno possibili nubifragi. In giornata fenomeni in esaurimento in Campania con parziali schiarite in serata. Neve in calo sull'Appennino fino a 1500/1700m in serata. Temperature in calo al Sud. Venti forti di Maestrale con possibili mareggiate sulle coste occidentali delle isole maggiori. Acqua alta sulla Laguna Veneta con picco di un metro al primo mattino. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia.

Nel seguente video l'acqua alta a Venezia questa mattina:

Previsione meteo domenica
Previsione meteo domenica

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati