Redazione 3BMeteo
17 novembre 2021
ore 23:45
Redazione 3BMeteo
tempo di lettura
4 minuti, 12 secondi
 Per tutti
Cronaca meteo diretta Italia
Cronaca meteo diretta Italia

AGGIORNAMENTO MERCOLEDI', SICILIA FLAGELLATA DAL MALTEMPO BEN 12 TRA TORNADO E TROMBE MARINE - Incredibile quanto successo nelle ultime 24 ore in Sicilia, flagellata ripetutamente dal maltempo in questo autunno davvero eccezionale. In seno ad una circolazione ciclonica che insiste da molti giorni sul Mediterraneo centro-occidentale si sono sviluppati nuovi violenti temporali che tra ieri e stamattina hanno 'spazzolato' l'Isola da Sudovest verso Nordest. Si sono registrati così nuovi nubifragi, allagamenti, grandinate anche di grossa taglia in particolare tra trapanese, palermitano, agrigentino, poi anche ennese, ragusano, siracusano e catanese. Il dato notevole riguarda il numero eccezionale di vortici tra tornado che hanno toccato terra e trombe marine, ben 10 nella giornata di ieri e altre due tra la scorsa notte e stamattina, per un totale di 12! 

SICILIA IN GINOCCHIO, ANCORA DUE TORNADO E UNA VITTIMA NELLE ULTIME ORE - Come anticipato il maltempo ha continuato a inveire per tutta la notte con ulteriori forti temporali che hanno cumulato altri 100mm in provincia di Catania e oltre 120mm in provincia di Ragusa a Scoglitti, a Comiso un tornado ha distrutto un rifornimento di carburante. Nella zona di Modica (Ragusa) vaste aree rurali sono state devastate da un secondo tornado (il dodicesimo della serie) con epicentro tra Frigintini e le contrade Bosco, Serrameta, Sant'Elena che è costato la vita ad una persona, un 53 enne che era uscito di casa quando in contrada Serrameta Trebalate è stato investito in pieno dalla tromba d'aria. E' stato ritrovato anche il furgone, vuoto. Ingenti i danni alle abitazioni private, ai pali della luce, ai muri di contenimento. Tantissime case sono rimaste senza energia elettrica e senza linea internet. Vaste grandinate sono state segnalate in provincia di Catania. Da segnalare anche la neve sull'Etna a tratti fin verso i 1500-1600m.

PRECIPITAZIONI ECCEZIONALI - Ottobre si è rilevato un mese eccezionale per la Sicilia ma novembre non si sta dimostrando da meno. Piogge davvero importanti in particolare sulla Sicilia sud-orientale dove si registrano i picchi e i surplus maggiori. Su ragusano e siracusano ad esempio nel solo mese di ottobre in alcune aree è piovuto di più rispetto a tutti i 12 mesi precedenti. Solamente ad ottobre la stazione di Linguaglossa sull'Etna ha fatto registrare oltre 700mm di accumulo!

LE PREVISIONI SULLA SICILIA - I violenti rovesci e temporali che stanno interessando la Sicilia orientale evolveranno verso est, lasciando spazio ad un miglioramento, pur con qualche nuovo spunto instabile ma meno intenso. Il peggio dopo questa passata sarà però alle spalle, nei prossimi giorni più sole e meno piogge in Sicilia, comunque ancora possibili in modo occasionale e localizzato, ma in genere non di particolare intensità. Sabato la giornata più stabile e soleggiata, mentre domenica potrebbero tornare locali rovesci e temporali. Maggiori dettagli alla sezione meteo Sicilia.


ORE 17.45 ANCORA TEMPORALI E NUBIFRAGI, ALTRI 2 TORNADO A LICATA, ALLUVIONE A TERMINI IMERESE: l'intenso fronte temporalesco continua la sua lenta marcia verso levante coinvolgendo gradualmente anche le province orientali. Forti temporali si stanno abbattendo su Licata, Gela, Ragusa e sono in veloce marcia verso Siracusa e Catania. Gli apporti pluviometrici notevoli hanno determinato un'alluvione lampo a Termini Imerese dove sono caduti oltre 100mm di pioggia in circa due ore, il torrente Barratina è tracimato allagando strade e campagne. Nella zona di Licata si sono sviluppati altri due tornado (sono finora 5 tornado)

Le condizioni sono andate peggiorando nel corso del mattino sulla Sicilia occidentale, quando dal mare ad ovest dell'isola si è avvicinata una minacciosa cella temporalesca. L'instabilità si è intensificata dapprima sulle zone interne tra Trapanese, Palermitano e Agrigentino occidentale, con la formazione di rovesci e temporali. Poi è andata precipitando quando al largo della costa trapanese, più precisamente di fronte a Selinunte, è stata avvistata una tromba marina che si è diretta verso la costa. Ne è conseguito un breve ma violento temporale, accompagnato da chicchi di grandine del diametro di circa 3cm, che si è propagato verso nord fino a coinvolgere le aree della costa tirrenica.



Sempre in mattinata un'altra tromba marina, o tornado, ha colpito il Palermitano, più precisamente Bisacquino, provocando anche alcuni danni ad alberi da frutto, distruggendo muri di recinzione e una piccola struttura utilizzata per riparare attrezzi agricoli. Anche in questo caso il tornado è stato accompagnato da una violenta grandinata e da intense raffiche di vento. Il sindaco di Bisacquino, Tommaso di Giorgio, si è raccomandato con i residenti di non uscire dalle proprie abitazioni: 'Chi si trova fuori dalla propria abitazione deve prestare attenzione a non sostare nelle vicinanze di alberi, pali e qualsiasi altra struttura che può crollare a causa del vento'.



Una terza tromba marina è stata avvistata nel tardo mattino a Sciacca, questa volta nell'Agrigentino.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati