2 aprile 2021
ore 15:09
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 18 secondi
 Per tutti
Immagine di archivio
Immagine di archivio

ANTICICLONE E CORRENTI NORD AFRICANE. L'anticiclone che sta proteggendo gran parte del Continente tra la fine di marzo e l'inizio di aprile è supportato da correnti calde che risalgono dal Nord Africa e invadono gli stati europei, facendo impennare la colonnina di mercurio su valori che assomigliano più all'estate che alla fase primaverile che stiamo vivendo. Lo dimostrano i valori massimi registrati negli ultimi giorni, in alcuni casi da record.

RECORD DEL CALDO PER MARZO A PARIGI. Il mese di marzo si è chiuso con una risalita di di aria calda dall'Africa nordoccidentale che ha invaso la Penisola Iberica e la Francia, facendo registrare il record per marzo a Parigi con una massima di ben 25,6°C mercoledì. L'ultima giornata di marzo è stata particolarmente rovente anche su altri paesi d'Europa, con temperature massime che hanno raggiunto i 32°C a Cordova in Spagna, 31°C a Ovar, nel nord del Portogallo nei pressi di Porto.

GIOVEDÌ L'APICE DEL CALDO PIU' AD EST. Lo stesso giorno la Francia si è distinta per valori molto elevati soprattutto lungo la costa atlantica, con punte di 29°C a Ciboure e 28°C a Biarritz. Il giorno seguente, giovedì, si è avuto un certo ridimensionamento delle temperature, a causa di una maggior nuvolosità innescata dalla presenza di una depressione sul medio Atlantico. Le temperature hanno però proseguito la loro corsa al rialzo più ad est, facendo registrare picchi di 27/28°C su Italia, Croazia, Slovenia, Bosnia e Ungheria.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati