30 aprile 2021
ore 23:55
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
5 minuti, 9 secondi
 Per tutti
Forti temporali e grandine su diverse zone del Nord
Forti temporali e grandine su diverse zone del Nord

FORTI TEMPORALI E GRANDINE ANCHE NEL BRESCIANO: dopo la cellula temporalesca dell'alto Mantovano per non ancora del tutto esauritasi, altri temporali si sono formati in prevalenza nelle zone pedemontane. Attualmente forti rovesci e locali grandinate stanno interessando il bresciano in direzione della città di Brescia. Continua a piovere anche tra Veneto e Friuli con nuovi temporali che interessano anche il Vicentino e il Veronese. Raggiunti intanto nel Trevigiano accumuli fino a 70mm e 50mm in provincia di Pordenone, anche qui con locali grandinate

Grandine nel Veronese, foto di Francesca Cola
Grandine nel Veronese, foto di Francesca Cola

Altri forti temporali sono attivi tra Ivrea e Biella così come nel varesotto e stanno causando dei veri e propri nubifragi. 

Colpita anche la Romagna con un forte temporale che proprio mentre vi scriviamo si sta abbattendo sulla città di Forlì.

Il temporale nel Bresciano (foto di Luca Mistri)
Il temporale nel Bresciano (foto di Luca Mistri)

FORTI TEMPORALI CON GRANDINE TRA LOMBARDIA E TRIVENETO, SUPERATI I 30°C AL SUD: instabilità in ulteriore accentuazione al Nord dove si stanno formando insidiose celle temporalesche. La linea di temporali più attiva si trova in questo momento lungo la fascia pedemontana tra Veneto e Friuli il Trevigiano e la provincia di Pordenone. Qui i rovesci anche forti e localmente accompagnati da grandine hanno scaricato fino a 45mm di pioggia. Un'altra zona dove si sta abbattendo un temporale che risulta particolarmente forte è quella compresa tra Castel Goffredo e Cavriana nella provincia di Mantova, il colore mostrato dal radar indica che i fenomeni in atto sono violenti e anche grandinigeni. Si sta dirigendo verso il lago di Garda, la zona di Peschiera.

Il forte temporale del Mantovano
Il forte temporale del Mantovano

Cellule più isolate stanno portando rovesci e temporali tra il Piemonte e l'alta Lombardia soprattutto tra Torinese e Astigiano e tra Verbano, Varesotto e Comasco, qui gli accumuli sono compresi tra i 15 e i 20mm.

Sulle regioni centrali il fronte si mostra meno compatto tuttavia all'interno di una nuvolosità che sta portando nel complesso fenomeni deboli, risultano affogate qui e la anche delle cellule temporalesche, come nella zona del Chianti.

Al sud a parte qualche velatura e qualche foschia che resiste dopo le nebbie del mattino sulla zona ionica, il tempo risulta soleggiato e caldo con massime che hanno raggiunto i 30°C in Puglia, Campania e ben 33°C nel Ragusano in Sicilia. La direzione dei venti da Est, quindi dal mare,  ha impedito alla città di Palermo di raggiungere valori troppo elevati con una massima che in città si è arrestata intorno ai 25°C

-

TEMPORALI IN FORMAZIONE SULL'ALTA VAL PADANA. Nel corso del pomeriggio è andata intensificandosi l'instabilità su parte delle regioni settentrionali, dapprima con i primi rovesci sull'alta Lombardia, poi con la formazione di alcuni focolai temporaleschi sulle zone della Val Padana a nord del Po. In particolare sono i settori lombardo-veneti quelli alle prese con i temporali più organizzati, in spostamento lungo un asse disposto da sudovest verso nordest, tanto che alcuni fenomeni si inoltrano verso le vallate alpine.

PUNTE DI 33°C IN SICILIA. Nel frattempo l'aria calda che affluisce dai quadranti meridionali contribuisce a far salire le temperature sulle regioni meridionali e su quelle centrali, soprattutto in Sicilia. Qui si registrano punte di 33°C sulle zone interne del Ragusano, 30°C a Caltanissetta ma anche a Monopoli (BA).

ROVESCI SULL'ALTA LOMBARDIA. Nel corso della mattinata i pochi fenomeni che fino ad ora stanno interessando il Nord Italia si concentrano sui settori settentrionali della Lombardia e soprattutto sulla fascia pedemontana. Si segnalano infatti rovesci sull'alta pianura tra Milanese e Bergamasco, diretti verso l'area pedemontana. Qualche pioggia inoltre sull'entroterra genovese, ma generalmente di debole intensità.

SITUAZIONE. Inserito in un canale di correnti portanti in quota da sudovest un nuovo fronte è transitato sulle regioni settentrionali e su parte di quelle centrali, determinando piogge e rovesci che sono risultati anche persistenti nella notte sulle regioni di Nordest, entroterra ligure di Levante e dell'alta Toscana, mentre il clima si è mantenuto asciutto sulle regioni adriatiche e al Sud. Il flusso meridionale trasporta correnti calde dal Nord Africa che mantengono le temperature elevate sulle regioni meridionali, con valori che all'alba sono superiori ai 20°C su Messinese, Reggino ma anche tratti del Salernitano.

NELLA NOTTE FINO A 20MM IN VENETO. I rovesci transitati questa notte sul Triveneto sono risultati più insistenti sulla fascia pedemontana del Trevigiano, con 20mm di accumulo pluviometrico sulla zona del Grappa. Piogge di moderata intensità sull'entroterra ligure di Levante e su quello dell'alta Toscana con punte di quasi 20mm sulla Lunigiana. Nel frattempo però i fenomeni sono andati attenuandosi al Nordovest, pur con qualche fenomeno che in avvio di mattinata interessa il Verbano.

CLIMA MITE. Sul resto delle regioni centro-meridionali il clima è asciutto e relativamente mite, grazie alla risalita di correnti calde dai quadranti meridionali. Prima di un certo ridimensionamento termico avvenuto in prossimità dell'alba la colonnina è salita fino a 25°C nel cuore della notte sul Messinese, complici anche raffiche di vento di caduta dai rilievi retrostanti.

PROSSIME ORE. Rimarranno penalizzate le regioni settentrionali per l'arrivo di un nuovo fronte dalla Francia che, oltre a mantenere cieli nuvolosi, determinerà piogge sparse inizialmente sulle aree centrali della Val Padana e a ridosso delle aree alpine, in intensificazione dal pomeriggio soprattutto su Nordovest ed aree a nord del Po e fenomeni che potranno risultare anche forti sulla fascia pedemontana, dove non sono esclusi locali temporali; coinvolgimento anche del Levante Ligure e tratti dell'Emilia Romagna. Sulle regioni centrali solo qualche pioggia è attesa in giornata su Toscana e Umbria, mentre altrove condizioni più asciutte con parziali schiarite, fino a cieli soltanto velati al Sud per il passaggio di stratificazioni alte. Temperature massime fino a 28/30°C sulle zone interne di medio-alta Puglia e Sicilia. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per le previsione per il weekend del 1° maggio clicca qui.

Meteo Italia prossime ore
Meteo Italia prossime ore

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati