9 aprile 2020
ore 20:20
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
2 minuti, 44 secondi
 Per tutti

AGGIORNAMENTO GIOVEDÌ. Il ciclone tropicale Harold continua la sua corsa nel mezzo del Pacifico e dopo aver provocato devastazione e vittime sulle Isole Salomone, Vanuatu e Fiji si trova oggi poco a sud di Tonga. Nel suo cammino verso sudest aveva temporaneamente riacquistato energia evolvendo dalla categoria 3 alla 4, ma al momento ha nuovamente perso potenza ed oggi risulta un ciclone tropicale di categoria 3. I venti intorno al suo centro soffiano con raffiche fino a 250km/h con onde alte fino a 12 metri.

Si segnalano piogge torrenziali che hanno investito Tonga che hanno creato allagamenti ed erosioni delle coste, oltre a numerosi black out, soprattutto a Tongatapu ed Eua. L'ufficio nazionale di gestione delle emergenze ha consigliato alle persone di rimanere lontano dalle zone costiere fino a quando il ciclone Harold non sarà completamente passato.

Il corrispondente di RNZ Pacific, Kalafi Moala, ha detto che: 'dovremo trascorrere una Pasqua facendo un sacco di pulizie. Ci sono alberi sulla strada che devono essere tagliati e spostati ed è per questo che a Tongatapu l'energia elettrica è ancora assente'.

AGGIORNAMENTO MERCOLEDÌ. Sull'Oceano Pacifico Meridionale sta transitando il ciclone tropicale Harold, attualmente di categoria 4, accompagnato da venti le cui raffiche raggiungono i 270km/h che sollevano onde alte fino a 14 metri, mentre si sposta verso sudest alla velocità di 35km/h. Dopo aver devastato le isole Salomone e Vanuatu (quest'ultima fino ad ora senza casi di Coronavirus), provocando 27 vittime e danni ingentissimi prosegue ora il suo cammino in mare aperto minacciando altre isole e atolli sparsi per il Pacifico.

Oggi Harold si trova a due passi dalla costa meridionale di Fiji, leggermente indebolito rispetto alle 24 ore precedenti (categoria 3) ma ancora estremamente pericoloso, tanto che le autorità hanno fortemente consigliato ai residenti di di rifugiarsi in chiese, scuole o altri edifici importanti. La sua intensità lo rende in grado di provocare la distruzione di case e infrastrutture, oltre ad essere una seria minaccia per l'incolumità delle persone.

Giovedì Harold avrà abbandonato le Fiji e, proseguendo nel suo cammino verso sudest, raggiungerà Tonga riacquistando energia e tornando alla categoria 4 con venti che potrebbero di nuovo toccare i 270km/h e transitando leggermente a sud ma non per questo sarà meno pericoloso. Solo da venerdì 10 aprile si allontanerà dalle isole e proseguirà la sua corsa in mare aperto perdendo energia, fino a dissiparsi entro la fine della settimana.

Consulta la situazione in tempo reale attraverso le misure del satellite geostazionario acquisite e rielaborate da 3BMeteo.

Per conoscere in tempo reale la situazione del traffico sulle nostre principali strade e autostrade italiane consulta la sezione TRAFFICO.

Per conoscere in tempo reale dove sta piovendo o nevicando consulta la nostra sezione Radar, con immagini in Real Time delle precipitazioni sia a livello nazionale che regionale.

Temperature previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.

Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati