21 gennaio 2021
ore 23:56
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 16 secondi
 Per tutti
Venerdì: accumuli pluviometrici in 24 ore
Venerdì: accumuli pluviometrici in 24 ore

VENERDÌ FORTE MALTEMPO SUL TIRRENO, POSSIBILI CRITICITA' SU TOSCANA ED EMILIA. L'intensa perturbazione atlantica che venerdì coinvolgerà la Toscana verrà accompagnata da un sostenuto flusso di correnti di Libeccio che metteranno direttamente sopra vento il versante meridionale dell'Appennino Tosco-Emiliano. Qui sono previste piogge in continua intensificazione nel corso della giornata, con fenomeni intensi e temporaleschi. Gli accumuli pluviometrici in 24 ore potranno raggiungere e localmente superare i 100mm e le zone più esposte saranno Lunigiana, Garfagnana, Appennino Pistoiese, Mugello Apuane e i rispettivi versanti emiliani dell'Appennino. Il rialzo termico innescato dal mite respiro libecciale innalzerà il limite delle nevicate verso i 1500m, oltre le quote in cui è già presente l'abbondante manto nevoso creatosi nel corso di gennaio. La fusione della neve preesistente insieme alle grandi quantità di pioggia prevista andranno ad ingrossare i corsi d'acqua e potrebbero creare criticità su vari rii minori oltre ad alcuni smottamenti (sul pistoiese, probabilmente, non solo i piccoli corsi d'acqua ma localmente anche i bacini idrici medi). A rischio criticità quindi non solo il versante toscano ma anche quello emiliano dell'Appennino, con ripercussioni fino a valle.

FORTI PIOGGE ANCHE SU DORSALE LAZIALE-ABRUZZESE. Una situazioni simile potrà interessare anche l'Appenino centrale al confine tra Lazio e Abruzzo, in particolare sui Monti della Meta, dove gli accumuli pluviometrici saranno simili o poco inferiori ma la quantità di neve che andrà a fondersi sarà decisamente inferiore.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati