9 gennaio 2020
ore 7:45
di Edoardo Ferrara
tempo di lettura
1 minuto, 56 secondi
 Per tutti

FREDDO CONFINATO SOLO NELLE AREE NEBBIOSE - Da ormai diverse ore gran parte della Valpadana è interessata da una spessa e diffusa coltre nebbiosa, indotta dalla persistenza dell'anticiclone e dal ristagno di umidità nei bassi strati. La visibilità risulta così spesso assai ridotta, ma soprattutto si evidenziano marcate inversioni termiche: se infatti in montagna e sulle colline le temperature risultano oltre la media, con valori minimi che talora si mantengono sopra lo zero, in Pianura Padana le temperature risultano diffusamente intorno allo 0°C se non al di sotto, anche abbondantemente: stamattina abbiamo infatti ritrovato valori fino a -2°C/-4°C in particolare sulle alte pianure di Lombardia, Veneto e sul Piemonte, con estese brinate e ghiaccio sulla strada ( prudenza alla guida ). Laddove persiste la nebbia, i valori si mantengono intorno allo 0°C anche in pieno giorno.

Nei prossimi giorni la situazione resterà simile, con temperature spesso sopra le medie del periodo, soprattutto per quanto concerne le massime, ad eccezione delle aree nebbiose. In Valpadana si potranno infatti avere diffuse gelate notturne ( ad eccezione di venerdì, quando è atteso un temporaneo aumento della copertura nuvolosa indotta da un modesto fronte ), con temperature massime anche inferiori ai 2-3°C laddove persisteranno le nebbie. Discorso diverso sul resto d'Italia, con temperature massime diffusamente superiori alle medie del periodo, anche di 1-3°C in pianura, con punte di 13-14°C al Centro, 15-16°C al Sud. Le minime notturne potranno comunque portarsi prossime allo 0°C o lievemente al di sotto sulle pianure e vallate più interne soprattutto del Centro, con marcate escursioni termiche rispetto alle ore diurne. Le aree che invece soffriranno maggiromente le temperature miti legate all'anticiclone saranno quelle della medio-alta montagna, dove sono previsti valori superiori alle medie anche di oltre 4-5°C, con zeri termici anche superiori ai 2000-2500m e marcate escursioni termiche rispetto ai fondovalle. A tal proposito, rimarrà piuttosto marcato il rischio valanghe sulle Alpi, specie centro-occidentali. 

Per le temperature attese consulta anche le mappe termiche. 

Consulta la previsione meteo aggiornate per la tua località. 

Per la tendenza meteo consulta il medio-lungo termine. 

Consulta la nostra sezione Clima Ambiente

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati