25 dicembre 2020
ore 23:55
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
5 minuti, 8 secondi
 Per tutti
Meteo Italia Natale, vortice in formazione sull'Italia
Meteo Italia Natale, vortice in formazione sull'Italia

AGGIORNAMENTO ORE 20. CONTINUA A NEVICARE SUL BASSO PIEMONTE - Serata natalizia davvero suggestiva nei settori sudorientali del Piemonte: la neve continua ad imbiancare abbondantemente l'Alessandrino con accumuli al suolo localmente superiori ai 10 cm. Serravalle Scrivia e Novi Ligure al momento si presentano così.


AGG. ORE 19: FORTI TEMPORALI CON GRANDINE E GRAUPEL IN EMILIA, NEVE FINO A PIACENZA - L'ingresso del nucleo d'aria artica in quota sta alimentando lo sviluppo di intensi rovesci temporaleschi in Emilia Romagna. Grandine, graupel e neve tonda stanno raggiungendo le aree di pianura, imbiancando anche Modena. I primi fiocchi di neve interessano anche l'hinterland di Piacenza, dove si registrano temperature ormai prossime allo 0°C. Massima attenzione, dunque, alla circolazione stradale emiliana.

NEVICA SUL BASSO PIEMONTE, FIOCCHI A SAVONA. Le temperature stanno subendo un vero e proprio tracollo nel corso del pomeriggio di Natale sul Nord Italia a causa dell'ingresso sempre più deciso dell'aria artica. Ciò comporta un evidente abbassamento della quota neve laddove sono in atto le precipitazioni, tanto che sul basso Piemonte i fiocchi raggiungono quote molto basse sull'Alessandrino. Nevica in Val Borbera fino a Borghetto, nel Monferrato Alessandrino, neve anche sull'entroterra ligure e fiocchi segnalati addirittura a Savona, seppur senza accumulo.

TEMPORALI GRANDINE E FIOCCHI IN EMILIA. Inizia ad affluire con maggior decisione l'aria artica sul Nord Italia e si creano forti contrasti termici sulla Val Padana che originano temporali sull'Emilia occidentale. Fenomeni che danno luogo a locali grandinate sul Parmense, Pavese e Piacentino, con graupel che raggiunge le zone di pianura imbiancando le strade. Temperature in picchiata sull'Emilia occidentale e colonnina che in poche ore è scesa da +8°C a +3°C sul settore orientale della provincia di Parma.

 

PIOGGIA BATTENTE SU PARTE DELLA VAL PADANA. Nel pomeriggio di Natale la perturbazione si sta avvitando intorno al minimo di pressione in approfondimento sul Centro-Nord Italia e intensifica i suoi effetti al Nord. Le piogge hanno conquistato buona parte della Pianura Padana, in particolare est Piemonte, ovest Emilia e tutte le aree a nord del Po. Gli accumuli pluviometrici hanno localmente superato i 30mm su alcune zone di Piacenza, Parma, Milano, Cremona e Bergamo. Tra la Val Trebbia e l'Oltrepo Pavese la neve si sta abbassando di quota e i fiocchi scendono ormai fin verso i 300/400m.

NEVE SULLE COLLINE DI GENOVA. I rovesci che in mattinata hanno interessato la Liguria si sono trasformati in neve sulle zone dell'entroterra. Sui rilievi del Genovese fiocchi generosi sono caduti fin sotto i 700m di quota, imbiancando i tetti degli edifici. Successivamente sono subentrate schiarite su gran parte della costa ligure, con squarci di sereno che accompagnano Genova all'ora di pranzo. Proseguono alcuni temporali invece sull'Imperiese e sulle zone più interne dello Spezzino.

TEMPORALI IN LIGURIA. Con il passare delle ore mattutine si sono intensificati i fenomeni al Nord, legati alla perturbazione di Natale. In particolare in Liguria si sono avuti i primi temporali sul Genovese, anche se qualche focolaio è in atto fin sull'estremo Ponente, sull'area interna di Ventimiglia.

PIOGGE IN VAL PADANA. Coinvolta buona parte della Pianura Padana, in particolare l'Emilia occidentale e la Lombardia meridionale dove sono in atto piogge e rovesci, in particolare sul Piacentino. Si segnalano inoltre alcune nevicate sull'Appennino Emiliano centro-occidentale mediamente dagli 800m.

ROVESCI SU OVEST SARDEGNA. Anche la Sardegna occidentale è coinvolta dagli effetti del vortice che si sta scavando sul Centro-Nord Italia, con piogge e rovesci che impegnano il versante occidentale dell'isola e fenomeni che si spingono sulle zone dell'entroterra, fino al Gennargentu.

SITUAZIONE. Una massa di aria artica si è addossata all'arco alpino e sta cominciando a riversarsi sull'Italia, preceduta da un richiamo di correnti umide sudoccidentali responsabili di un peggioramento su parte del Nord e delle regioni tirreniche. Piogge in atto infatti al Nordovest, su Trentino e Friuli, ma soprattutto sulla Liguria centro-orientale, con la neve che scende fino a quota collinari, anche se con debole intensità. Sospinti dalle correnti sudoccidentali i fenomeni si inoltrano sulle zone interne del versante tirrenico, interessando alta Toscana, Umbria e Marche interne, con accumuli pluviometrici fino a 30mm sul Maceratese. Qualche pioggia anche sulle zone occidentali della Sardegna e sulle zone interne campane, ma sul Sud Italia i fenomeni risultano assai più deboli, Vediamo quindi come proseguirà la giornata.

METEO NATALE 2020. L'aria fredda che affluisce dall'Artico alimenterà in giornata un minimo di pressione tra la Pianura Padana e il centro Italia, intorno a cui ruoterà un fronte responsabile di un'ulteriore intensificazione dell'instabilità nel corso della giornata interesserà buona parte del Nord, in particolare Triveneto, Emilia, basso Piemonte ed entroterra ligure, con fenomeni che su Veneto, Emilia Romagna e bassa Lombardia si attarderanno fino a sera. Tendenza a miglioramento invece in giornata al Nordovest e sulle Alpi in genere. Piogge e rovesci si intensificheranno già in mattinata su Toscana e nordovest Sardegna, con fenomeni che tra il pomeriggio e la sera si estenderanno al basso Tirreno fino alla Sicilia settentrionale risultando anche intensi dalla Toscana alla Campania, anche temporaleschi sull'alto Tirreno. Contemporaneamente raggiungeranno anche buona parte del versante adriatico, coinvolgendo Marche, Abruzzo, Molise e alta Puglia entro fine giornata. Permarranno condizioni più stabili e soleggiate invece all'estremo Sud, specie su Salento e regioni ioniche. Attenzione alla quota neve in brusco abbassamento per l'ingresso dell'aria fredda. Al Nord neve dai 200/400m al mattino sulle Alpi orientali (dove tenderanno ad esaurirsi in giornata), neve in calo fino a 300/500m in Emilia in serata, fino a 800/1000m sull'Appennino centrale, a quote superiori sull'Appennino meridionale. Temperature in calo, specie al Centro-Nord. Venti forti occidentali, da nordest al Nord. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per la previsione per Santo Stefano clicca qui.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati