10 giugno 2020
ore 23:46
di Carlo Migliore
tempo di lettura
6 minuti, 44 secondi
 Per tutti
Forti temporali, grandinate e nubifragi in atto sull'Italia
Forti temporali, grandinate e nubifragi in atto sull'Italia

AGGIORNAMENTO ORE 20:00 - La circolazione depressionaria, attiva sulle nostre regioni centro settentrionali, nel corso delle ultime ore, ha continuato a mostrare i suoi effetti in molte zone del Centro Nord Italia con la formazione di altri rovesci e temporali, localmente anche di moderata o forte intensità. Un intenso sistema temporale si è sviluppato nel tardo pomeriggio ai piedi dell'Appennino emiliano spingendosi poi verso Nord interessando così le pianure emiliane. Colpite Bologna, Sassuolo, Modena e marginalmente anche Reggio Emilia e il comparto meridionale della provincia di Ferrara. 

Allo stesso tempo rovesci e temporali, sospinti dalle correnti meridionali, hanno gradualmente risalito il Veneto e dopo aver colpito, con forti piogge e grandinate, il rodigino e il padovano hanno raggiunto anche veronese, veneziano e trevisano. Piogge e rovesci hanno interessato anche la Capitale ma anche città come Viterbo, L'Aquila, Perugia, Siena, Arezzo, Firenze, Pisa, Pistoia, Lucca, Pescara, Ancora e Macerata. Da segnalare, infine, la presenza di un intenso temporale nel Biellese.

AGGIORNAMENTO ORE 17 - E' il Veneto attualmente la regione più colpita: forti celle temporalesche ancora in azione su gran parte delle medio basse pianure, intenso temporale in atto in questi minuti sulla laguna di Venezia (con fenomeni grandinigeni), così come un altro sistema temporalesco si sta avvicinando minacciosamente da Sud Est alla città di Verona, che presto sarà colpita. Rovesci sono segnalati ancora su Mantovano, Cremonese, Lodigiano e Pavese, così come sul Bresciano. Instabilità che non molla la presa neanche sulle regioni centrali, con temporali in atto sulla Toscana sud-orientale, sull'Umbria e sulle Marche. 

Un nuovo temporale si sta abbattendo sulla città di Ancona, ed è alla Riviera del Conero che si riferisce questo splendido scatto, raffigurante l'imponente struttura temporalesca in avanzamento sul lungomare di Numana (AN). Ringraziamo Alessia Iura per il contributo.

Shelf cloud a Numana (AN)
Shelf cloud a Numana (AN)



Stesso temporale immortalato invece da Ancona città:

AGGIORNAMENTO ORE 16 - Temporali diffusi, in moto da Est verso Ovest, stanno attualmente colpendo le pianure venete, specie tra Padovano, Veneziano e Rodigino, così come la basse pianure di Lombardia e Piemonte. Le celle più intense sono attualmente segnalate sulle basse pianure venete, specie sul Polesine, con forti grandinate nella zona di Adria. Un altro sistema multicellulare assai intenso sta risalendo il corso del Po, tra alto modenese e basso mantovano, e procede verso Est accompagnato  con ogni probabilità da fenomeni grandinigeni.
Locali grandinate anche in Piemonte, segnatamente sull'Astigiano.
Si va invece gradualmente normalizzando la situazione tra Romagna e Marche, colpite duramente nelle prime ore del pomeriggio, dove attualmente si segnalano residui rovesci specie tra Pesarese e Riminese.

Immagini relative alla grandinata che ha interessato poco fa il Ferrarese.

Grandine che ha colpito anche il basso Piemonte, il video è stato girato nel pomeriggio ad Asti, ringraziamo Francesca Sattanino per il contributo.

AGGIORNAMENTO ORE 15 - nel corso delle ultime ore le condizioni di instabilità, complice anche il riscaldamento dell'aria, si sono ulteriormente accentuate sull'Italia, in particolare sulle regioni centro settentrionale con numerosi temporali che si sono sviluppati su Toscana, Umbria Lazio, medio alto Adriatico ed Emilia Romagna. Forti temporali si sono abbattuti sul basso Senese, l'alto Perugino, il Riminese, il Ravennate e l'Appennino Tosco Emiliano. La rotazione delle correnti in senso anti orario attorno al minimo ha favorito lo sforamento dei fenomeni anche sulla Liguria centro occidentale e in questi ultimi minuti anche sulle coste adriatiche. Forti temporali mentre vi scriviamo su Ferrarese, Ravennate, Forlivese, Pesarese, Anconetano, Pescarese. Gli accumuli sono ingenti ma solo localmente, tra quelli più importanti segnaliamo i 63mm della provincia di Pisa e i 50mm di quella di Lucca ma la situazione è molto evolutiva. La protagonista assoluta di questa instabilità è senz'altro la grandine. Le immagini sono state girate nel primo pomeriggio sul lungomare di Marotta (PU), con l'intensa grandinata che, come si può vedere, ha lasciato anche un momentaneo accumulo sulla strada.

Una tromba marina spettacolare ha interessato Bosa Marina in provincia di Oristano in Sardegna. VIDEO di Matteo Tidili

Grandine intensa a Reda di Faenza (RA)

Situazione analoga a Conselice (RA)

Qui siamo sulla spiaggia a Rimini

Una forte grandinata ha interessato il Forlivese (video di Alessandro Grassi):

Grandine abbondante anche sull'Appennino Modenese tra Castelvetro e Sassuolo

Uno spettacolare timelapse del forte temporale di Medicina (BO) di lunedì sera, video di Simone Malavolti


AGGIORNAMENTO ORE 10 -  Sono due le macro aree attualmente interessate da fenomeni a carattere di rovescio o temporali, localmente anche di forte intensità. Particolarmente colpita anche in questi minuti la Toscana nord occidentale, con temporali che interessano in particolare la fascia costiera, tra Livornese, Pisano e Versilia. Proprio in Versilia è stata avvistata poco fa anche una tromba marina. Rovesci a tratti intensi continuando ad interessare anche la Lucchesia, ma anche Lunigiana e Garfagnana.La seconda area dove si stanno registrando fenomeni di particolare intensità è il Triveneto, con nuclei temporaleschi in risalita da Sud-Ovest che stanno portando acquazzoni su Triestino, Udinese e Pordenonese. Proprio in questi minuti altri nuclei temporaleschi si stanno organizzando sulle prealpi venete, colpita in particolar modo l'area di Castelfranco veneto e Bassano del Grappa. Instabilità in aumento anche sul Lazio, dove si segnalano rovesci e isolati temporali sul viterbese, ma anche tra le province di Latina e Frosinone.

Situazione ore 8:00: il canale di bassa pressione esteso dal Mare del Nord al Mediterraneo centrale ha generato l'ennesimo vortice ciclonicoattorno all'Italia, responsabile di diffuse condizioni di instabilità, anche perturbata sulle regioni centro settentrionali. Le piogge già abbondanti nella giornata di lunedì con accumuli pluviometrici fino a 85mm in Liguria, 90mm in Piemonte, 100mm in Veneto si sono avvalse di ulteriori apporti nell'arco della notte con altri temporali che hanno interessato soprattutto Liguria, Toscana e Triveneto. Gli accumuli più importanti in Toscana con punte di 40-50mm tra le province di Pisa e Lucca. Intanto la situazione resta critica in Umbria nel comune di Acquasparta a causa della piena del torrente Naia.


Il minimo responsabile di questa instabilità si trova attualmente sul golfo Ligure e resterà pressoché stazionario per l'intera giornata rinnovando ancora instabilità temporalesca che si svilupperà prevalentemente attorno al centro di bassa pressione ruotando in senso anti orario. I fenomeni saranno più diffusi nelle ore centrali della giornata e poiché si tratta di un minimo piuttosto blando i temporali saranno a carattere locale e spazialmente ridotti ma potranno essere anche forti e accompagnate da grandinate. Vediamo le previsioni per le prossime ore:

Meteo prossime ore nord, tempo spiccatamente instabile con occasione per rovesci e temporali a carattere intermittente, più diffusi nelle ore centrali della giornata. I fenomeni potranno essere localmente accompagnati da grandinate. Dalla sera parziale dissipazione di nubi e fenomeni che resteranno solo in forma isolata.  Centro, irregolarmente nuvoloso con fenomeni inizialmente isolati e più probabili sulla Toscana, specie settentrionale. Nel corso del pomeriggio instabilità in intensificazione su Toscana, Umbria, Lazio e interne appenniniche con rovesci e temporali in locale propagazione fino alla costa adriatica. In serata ancora instabile sulle regioni tirreniche con rovesci e locali temporali intermittenti, meglio sulle regioni adriatiche.  Sud, al mattino annuvolamenti irregolari sulle regioni tirreniche con qualche sporadico fenomeno, più soleggiato altrove. Nel pomeriggio qualche piovasco o temporale lungo l'Appennino in locale propagazione alla costa adriatica. Nubi e fenomeni in assorbimento graduale dalle ore serali. Temperature stazionarie, leggermente sotto media al Nord e sulle regioni tirreniche, in media altrove. Punte massime di 26-28°C su est Sicilia e Tavoliere. Venti moderati da O/SO fino a SSE sull'alto Adriatico. Mari mossi o molto mossi.

Meteo Italia
Meteo Italia


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati