17 settembre 2020
ore 23:45
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
58 secondi
 Per tutti

Dalle 7 di questa mattina, giovedì, l'uragano mediterraneo con centro al largo dello Ionio, ha investito parte della Calabria con una potenza estrema. In particolare è stato il Crotonese a subire le conseguenze maggiori, con un violentissimo nubifragio che ha scaricato in tutto 148mm di pioggia accompagnato da frequenti scariche elettriche. L'area del Crotonese più colpita è stata quella di Capo Rizzuto, ovvero la più esposta al centro dell'uragano mediterraneo, detto anche Medicane.

Nel seguente video il forte temporale di questa mattina a Crotone:

In seguito alle intensissime piogge si sono avuti allagamenti sulla strada statale 106, che è stata interrotta, mentre in località Le Castella il torrente Acquavrava si è gonfiato fino ad esondare in più punti. Le forti piogge sono state accompagnate da forti venti le cui raffiche hanno fatto rompere gli ormeggi ad alcune imbarcazioni, che sono affondate nel porto.

Dal pomeriggio i fenomeni hanno subito un'attenuazione sulla Calabria ionica, grazie all'allontanamento del cuore dell'uragano verso est in direzione della Grecia. Per tutti i dettagli sull'evoluzione Meteo a Crotone clicca qui, per quelli sulla Calabria clicca qui.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati