3 marzo 2020
ore 21:20
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
7 minuti, 1 secondo
 Per tutti
Mezza Italia nella morsa del maltempo
Mezza Italia nella morsa del maltempo

AGGIORNAMENTO ORE 16,30. E' andata attenuandosi con il passare delle ore l'instabilità su buona parte dello Stivale, in particolare al Nord. Qualche rovescio insiste ancora su Triveneto e Romagna, mentre continua a nevicare sulle Dolomiti dove lo spessore di neve fresca raggiunge localmente i 70cm nel Bellunese.

Fenomeni in attenuazione anche in Toscana, nonostante insistano alcuni piovaschi sulle zone interne centro-settentrionali, così come sulla restante dorsale appenninica e su Calabria e Puglia.

AGGIORNAMENTO ORE 13,30. 50MM DI PIOGGIA SULLA CARNIA, MEZZO METRO IN TRENTINO - E' stata una mattinata instabile su buona parte d'Italia, anche se con distribuzioni disomogenee dei fenomeni. La perturbazione giunta lunedì ha insistito ancora al Nord su bassa Lombardia, Emilia e Nordest con rovesci che in alcuni casi hanno assunto carattere temporalesco. I fenomeni più rilevanti sul Friuli VG dove dalla mezzanotte si registrano accumuli pluviometrici fino a 50mm sulla Carnia, mentre sulle Alpi orientali oltre gli 800/1000m le precipitazioni sono state nevose. Oltre mezzo metro di neve fresca raggiunto in Trentino, a quote prossime ai 2000m.

FIUMI IN PIENA IN EMILIA - In Emilia Romagna le nuove piogge odierne, sommate a quelle di ieri, hanno portato al livello di allarme alcuni corsi d'acqua come il Santerno, Reno e Secchia che dall'Appennino si sono portati verso valle. Cresce anche il livello del Po, ma la recente attenuazione delle piogge non dovrebbe causare ulteriori preoccupazioni. Sull'Appennino le neve cade a partire dai 1000m circa o a tratti più in basso.

INSTABILITA' SULLE REGIONI CENTRALI - Ulteriori piogge hanno interessato in mattinata anche la Toscana con accumuli pluviometrici che dalla mezzanotte raggiungono i 30mm sull'Appennino Pistoiese. Fenomeni sconfinati alle Marche interne, con temporali che sulla zone del Monte Nerone hanno favorito accumuli pluviometrici fino a quasi 50mm dalla mezzanotte.

Sul resto d'italia si segnala un po' di instabilità sul Lazio, Calabria tirrenica e Sicilia orientale con accumuli di oltre 30mm dalla mezzanotte sul Cosentino.

AGGIORNAMENTO ORE 9,30. PIOGGE ABBONDANTI E FIUMI IN PIENA IN EMILIA - Un profondo vortice depressionario con valori di circa 995hPa è in azione sull'Italia e si colloca sulle regioni settentrionali, orchestrando una perturbazione che agisce su buona parte d'Italia. Dopo le condizioni di maltempo anche intenso che hanno caratterizzato l'avvio della settimana, la mattinata di martedì inizia con piogge e rovesci che al Nord insistono su Emilia Romagna, est Lombardia e, Veneto e Friuli rendendo la situazione critica in alcuni casi. Proprio in Emilia diversi corsi d'acqua hanno raggiunto la soglia di allerta, tra cui Santerno, Reno e Secchia nei tratti appenninici. Nevica invece sulle zone appenniniche a quote più basse rispetto a ieri, con i fiocchi che ora scendono fino a 900/1000m.

NEVE SULLE ALPI ORIENTALI - La perturbazione ha ormai abbandonato il Nordovest e si concentra al Nordest, dando luogo a nevicate sulle Alpi orientali oltre i 700/900m con fiocchi che in avvio di giornata si concentrano in particolare tra Cadore e Carnia. Da inizio evento si contano accumuli di neve fresca fino a 35/40cm a 1500m.

PIOGGE E TEMPORALI SULLE REGIONI TIRRENICHE - La parte più avanzata del fronte impegna le regioni tirreniche anche se la nuvolosità e i fenomeni non risultano omogeneamente distribuiti e si concentrano soprattutto sulle zone interne coinvolgendo in primis Toscana, Umbria e Lazio. Alcuni fenomeni sconfinano verso est alle zone interne delle Marche, anche in forma temporalesca. Sul resto d'Italia si segnalano alcuni rovesci in Sardegna sul settore settentrionale, in Calabria, Puglia e nordest Sicilia.

AGGIORNAMENTO MARTEDÌ. NEVE SULLE ALPI - La perturbazione provenuta dall'Atlantico, pilotata da una circolazione ciclonica che ritroviamo ancora questa mattina, martedì, sulle regioni settentrionali, ha dato vita ad un inizio settimana molto movimentato sull'Italia, con il ritorno del maltempo che in alcuni casi è stato davvero pesante. La neve è caduta abbondante sulle Alpi anche a quote relativamente basse, oltre gli 800/1000m ma in occasione dei fenomeni più intensi si è spinta fino a quote di fondovalle sulla Val d'Ossola, sul Varesotto, Val d'Adige e Carnia con fiocchi anche a Merano, Bolzano e Trento, a quote collinari in Piemonte su Cuneese e Langhe con fiocchi che hanno fatto la loro comparsa anche a Cuneo.

PIOGGE ABBONDANTI AL NORD - Le piogge legate alla perturbazione hanno impegnato praticamente tutto il Nord Italia con fenomeni anche temporaleschi e più direttamente Liguria ed Emilia Romagna con gli accumuli pluviometrici hanno raggiunto i 160mm nell'entroterra genovese provocando alcuni disagi per locali frane e smottamenti. La pioggia intensa che tre mesi fa aveva letteralmente falciato la carreggiata nord del viadotto sulla A6 Torino Savona, poi ricostruito e inaugurato il 21 febbraio scorso ha fatto ritenere opportuna la chiusura in via precauzionale della tratta Altare-Savona in direzione Sud.

Colpita da intensi fenomeni anche l'Emilia Romagna, soprattutto l'area appenninica occidentale, tanto che alcuni corsi d'acqua hanno raggiunto il livello di piena, tra cui il Reno e l'Enza nei tratti montani, mentre in montagna la precipitazione si è trasformata in neve a quote mediamente superiori ai 1500m, con abbassamento nella notte fin verso i 1000/1200m.

MALTEMPO SULLE CENTRALI SULL'ALTO TIRRENO - La perturbazione non ha risparmiato le regioni tirreniche ed in particolare i fenomeni più importanti nella giornata di lunedì hanno interessato la Toscana, tra tutte la regione più colpita dal maltempo, con piogge iniziate già sul finire della scorsa settimana ed accumuli pluviometrici che in 36 ore hanno raggiunto i 300mm sul settore settentrionale della regione in area appenninica. Le precipitazioni sono state anche  la causa del crollo di un viadotto nel senese, per fortuna chiuso alla circolazione dal 2014.

Raggiunti dalle piogge anche il Lazio, Umbria e Campania ma con fenomeni meno insistenti e piogge che nella mattinata di oggi, martedì, si sono spinte fino alla Calabria tirrenica e alla Puglia.

METEO PROSSIME ORE - Il minimo di pressione si sta spostando verso il Centro Italia e l'instabilità si concentrerà oggi, martedì, al Nordest e sulle regioni centro-meridionali, specie insulari. In particolare al Nord ampie schiarite attese al Nordovest, instabile su est Lombardia ed Emilia Romagna con rovesci più intensi nella prima parte della giornata ma in graduale attenuazione entro sera. Neve sulle Alpi orientali dai 700/900m, 1000m sull'Appennino Emiliano. Al Centro schiarite in Sardegna salvo qualche pioggia o rovescio in arrivo in serata. Sulle peninsulari piogge e rovesci in Toscana ed Umbria, dal pomeriggio qualche fenomeni anche su Lazio e Marche, specie interne. Neve sulla dorsale appenninica dai 1000/1200m. Ampie schiarite prevalenti in Abruzzo. Al Sud inizialmente instabile con piogge e temporali sparsi fin sul nord della Sicilia ma con fenomeni che inizieranno ad attenuarsi gradualmente nel corso della giornata. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia.

Meteo Italia prossime ore
Meteo Italia prossime ore

Val gerola morbegno
Val gerola morbegno
Fotosegnalazione di Ponte di legno
Fotosegnalazione di Ponte di legno
Ponte di legno campetto sportivo
Ponte di legno campetto sportivo

Vuoi scoprire la tendenza per i prossimi 15 giorni in Italia? Consulta la nostra sezione a medio-lungo termine

Scopri la situazione in tempo reale attraverso le migliaia di stazioni meteorologiche sparse lungo l'Italia, con valori di temperatura, pioggia accumulata, vento, umidità e tanto altro.

Il maltempo in arrivo porterà un sensibile aumento della ventilazione, con rischio di locali mareggiate. Per conoscere tutti i dettagli delle zone a più a rischio consulta le nostre carte sullo stato del mare previsto

Per tutti i dettagli del tempo atteso nei prossimi giorni in Italia consulta la sezione meteo Italia

Il maltempo, come accennato, sarà localmente intenso. Per dettagli sulle allerte meteo previste consulta la sezione allerte

Resta connesso con 3bmeteo. Ci trovi su FacebookInstagramTwitter e Pintarest.

Per capire l'andamento delle temperature previste nei prossimi giorni consulta la nostra sezione temperature

Grazie al suo vasto archivio di dati meteo 3BMeteo potrà può emettere certificazioni per usi legali o affini, per privati, studi legali o compagnie assicurative

3bmeteo ti offre gratuitamente la possibilità di inserire informazioni meteo direttamente nel tuo portale!Come fare? E' facilissimo: trovi tutte le istruzioni cliccando qui

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati