9 ottobre 2019
ore 9:39
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 13 secondi
 Per tutti


Il supertifone Hagibis ha raggiunto la categoria 5 equivalente sul Pacifico con venti compresi tra 190 e 275 km/h. E' il sesto tifone major della stagione del Pacifico settentrionale e occidentale del 2019 ma si aggiunge a Wutip, Dorian e Lorenzo che sono i categoria 5 del globo del 2019.

Alcune caratteristiche di Hagibis lo rendono unico tanto da sfidare alcune delle tempeste più forti di tutti i tempi. Si è rapidamente intensificato tanto da passare da tempesta tropicale a categoria 5 in 18 ore. Il tifone è passato da 60 a 150 miglia orarie di vento massimo.  In pratica la rapidità di intensificazione è stata più di 3 volte la media. Secondo Klotzbach la sua rapidità di intensificazione è simile all'uragano Yates nel 1996. Come termine di paragone Patricia nel 2015 al largo della costa pacifica del Messico si è intensificato di 120 miglia orarie in 24 ore e Wilma (2005)  di 110 miglia orarie in 24 ore.

L'analisi visiva del tifone mette in risalto l'impressionante struttura di questo super tifone con lo sviluppo di circolazione temporalesca chiusa (CDO) che si è formata attorno all'occhio principale, di per sé piuttosto piccolo e che ha perso importanza. L'intensificazione riparte!

Hagibis si muove ora verso nord est e punterà nel fine settimana il Giappone. Hagibis con ogni probabilità avrà un impatto sulla corrente occidentale delle medie latitudini quando subirà la transizione. Punterà poi come un ciclone extratropicale l'Alaska a metà della prossima settimana.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati