12 luglio 2018
ore 7:00
di Daniele Berlusconi
tempo di lettura
1 minuto, 7 secondi
 Per tutti

ALTA PRESSIONE NON DURATURA - L'anticiclone nord-africano che proverà ad espandersi sul Mediterraneo non riuscirà a imporre il suo dominio sullo Stivale, poiché ad Ovest lo scenario meteorologico rimane dominato da una figura ancora più ingombrante, ovvero l'anticiclone delle Azzorre sul cui bordo settentrionale scorrono correnti atlantiche in rotta verso l'Europa centrale. Anche settimana prossima il tempo non sarà stabile ma avremo occasione per nuovi peggioramenti temporaleschi, specie al Centro-Nord.

DOMENICA PRIMI DISTURBI AL NORD - Le prime avvisaglie si avranno già nella giornata festiva, quando la cupola anticiclonica comincerà a mostrare i primi segnali di cedimento sulle regioni settentrionali, favorendo un aumento dell'attività convettiva sulle Alpi. Temporali ed acquazzoni potranno già tornare a interessare i rilievi del Nord e dalla sera sconfinare anche in pianura. 

PROSSIMA SETTIMANA NUOVI PEGGIORAMENTI - Sarà tuttavia all'inizio della prossima settimana che il tempo potrà tornare ad essere spiccatamente instabile al Centro-Nord con acquazzoni e temporali più diffusi anche sulle aree pianeggianti e un possibile coinvolgimento anche di parte del Sud. In tal frangente le temperature torneranno a diminuire pur mantenendosi su valori in linea con le medie stagionali. 

Per le temperature previste consulta le mappe termiche. 

Per le piogge/temporali attese consulta le mappe di precipitazione.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati