24 novembre 2022
ore 23:56
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 48 secondi
 Per tutti
Tendenza meteo prossima settimana
Tendenza meteo prossima settimana

AFFONDO FREDDO E INSTABILE DALLA FRANCIA VERSO IL MEDITERRANEO. Passato il vortice che nel weekend avrà portato un'ondata di maltempo al Centro e soprattutto al Sud, andremo verso una breve pausa più asciutta sull'Italia. La nuova settimana infatti si aprirà all'insegna del tempo stabile, a parte una residua instabilità che si attarderà sulle estreme regioni meridionali, destinata comunque ad attenuarsi velocemente. Nel frattempo però dal Nord Atlantico si farà strada un nuovo affondo freddo e instabile, diretto verso il Mediterraneo e passando dalla Francia. Una volta che avrà raggiunto il Mediterraneo, in prossimità delle Baleari, innescherà la formazione di un nuovo vortice martedì che velocemente comincerà a spostarsi verso lo Stivale. La sua traiettoria non è ancora ben chiara e risulta difficile ad oggi capire se riuscirà ad attraversare anche la nostra penisola o se segnerà il passo ad ovest di essa, sul Tirreno.

INIZIO SETTIMANA, POSSIBILE FASE INSTABILE AL CENTRO-SUD. Da questi dettagli dipenderà il tempo che ci aspetterà negli ultimi giorni di novembre, ma ciò che al momento è lecito prevedere è che intorno al vortice ruoteranno impulsi instabili che più facilmente impegneranno le nostre regioni meridionali e parte di quelle centrali, con fenomeni che localmente potrebbero divenire anche intensi nella prima parte della prossima settimana. Le nostre regioni del Nord sembrano invece più riparate e lontane dal centro del vortice, e il tempo dovrebbe mantenersi più stabile. Ma l'aria fredda che affluirà verso il centro del sistema depressionario determinerà un calo delle temperature, ulteriore rispetto a quello che è atteso già nel weekend. Non è escluso però che il fronte perturbato in rotazione intorno al vortice possa spostare il suo centro d'azione anche più a nord, coinvolgendo parte delle nostre regioni settentrionali, quantomeno le aree a sud del Po. E con l'aria fredda in circolazione i fenomeni potrebbero assumere carattere nevoso anche a quote basse o collinari. Restano ancora molti dubbi da sciogliere a causa della distanza temporale, cercheremo di farlo con i prossimi aggiornamenti. Continuate a seguirci!


Seguici su Google News


Articoli correlati