1 novembre 2017
ore 7:00
di Daniele Berlusconi
tempo di lettura
1 minuto, 41 secondi
 Per tutti

UN ANNO DI SICCITA' IN ITALIA - Ottobre 2017 sarà ricordato come uno dei mesi meno piovosi di sempre della storia d'Italia, probabilmente il più secco degli ultimi 60 anni. La mancanza di piogge si va a sommare al deficit già molto importante e preoccupante che è iniziato durante la Primavera e che ha portato ormai a una situazione critica dal punto di vista delle siccità e degli incendi su diverse regioni. Da inizio dell'anno soltanto i mesi di gennaio e settembre hanno visto precipitazioni lievemente superiori alla norma (e solo su alcune zone), mentre tutti i restanti 8 mesi hanno fatto registrate scarti negativi anche molto importanti, tra cui spiccano oltre a ottobre, anche agosto (-82%), giugno (-53%), maggio (-50%) e marzo (-54%). 

OTTOBRE SENZA NEANCHE UNA GOCCIA - Solitamente i mesi autunnali sono i mesi più piovosi dell'anno su molte aree d'Italia, mentre quest'anno ad Ottobre su alcune zone non è caduta neppure una goccia d'acqua! Tra le aree più siccitose segnaliamo il Nord Ovest e i versanti tirrenici (nessuna precipitazione ad esempio in città come Torino e Imperia, meno di 10 mm in città come Milano, Genova, Firenze e Napoli). Qualche pioggia in più si è vista sui versanti adriatici, dove localmente sono caduti fino a 50 mm, che è comunque una quantità pari circa alla metà della pioggia normale attesa. Tra le province più piovose spiccano invece Catania e Messina, dove localmente sono caduti fino a 100 mm.

63 MILIARDI DI METRI CUBI D'ACQUA IN MENO NEL 2017 - In pratica sul suolo italiano mancano all'appello nel solo mese di Ottobre circa 24 miliardi di metri cubi d'acqua, che sommati ai mesi precedente portano l'anno 2017 a un deficit complessivo di circa 63 miliardi di metri cubi, che per avere un'idea sono più del volume d'acqua dell'intero Lago di Garda (50 miliardi di metri cubi). 

Per le precipitazioni previste clicca qui

Per le previsioni grafiche clicca qui

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati