23 febbraio 2021
ore 23:49
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
56 secondi
 Per tutti
Camogli, il momento del crollo
Camogli, il momento del crollo

Nel tardo pomeriggio di ieri, lunedì, una grossa porzione del cimitero di Camogli è franata trascinando con sé circa 200 bare che sono finite in mare. Si è trattato del distacco di due cappelle del cimitero posizionate a picco sul mare sottostante che rientravano in una zona del cimitero già in precedenza transennata perché soggetta a scricchiolii e a lievi cedimenti. Ciò ha fatto si che in quel momento nessuno si trovasse in quell'area del cimitero e non vi siano state altre conseguenze.

La causa non è ancora nota, ma si presume che a innescare il crollo siano state le recenti mareggiate che si sono erose circa 50cm di costone. Francesco Olivari, il sindaco di Camogli, ha riferito che la frana è avvenuta nei pressi dell'area dove sono in corso lavoro di consolidamento della falesia e che si è probabilmente trattato di un crollo difficilmente prevedibile. Immediato l'intervento della Guardia Costiera via mare e con ausilio di droni, per capire i movimenti della falesia e poter operare in sicurezza per il recupero delle bare.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati