21 settembre 2020
ore 23:44
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
4 minuti, 2 secondi
 Per tutti
Meteo Italia lunedì
Meteo Italia lunedì

AGGIORNAMENTO ORE 19:30. INTENSI TEMPORALI SU EMILIA ROMAGNA, ABRUZZO E SICILIA ORIENTALE, NUBIFRAGI E GRANDINATE NEL FOGGIANO - Rovesci e temporali localmente intensi continuano a colpire Abruzzo, parte dell'EmiliaMantovano e basso Veronese. Tra Bologna e Sasso Marconi le precipitazioni a regime di nubifragio hanno scaricato oltre 50 mm di pioggia, determinando diffusi allagamenti. 

Nelle ultime ore condizioni di spiccata instabilità atmosferica non hanno risparmiato Marche, Umbria, alta Toscana (fino a lambire Firenze) e aree interne di Sicilia e Puglia: si registrano picchi di 20-30 mm di pioggia nell'hinterland di Catania e nella BAT e ben 60 mm a Foggia, qui con grandi disagi alla circolazione (in particolare lungo la Statale 17), grandinate di media taglia e numerosi interventi dei Vigili del Fuoco. Acquazzoni temporaleschi a macchia di leopardo seguitano inoltre ad interessare il Lazio, coinvolgendo in modo piuttosto irregolare anche alcuni quartieri di Roma. A Rocca di Papa - comune più elevato dei Castelli Romani - dalla mezzanotte sono caduti oltre 100 mm di pioggia


AGGIORNAMENTO ORE 16. FORTI TEMPORALI CON GRANDINE AL CENTRO - Si sono notevolmente intensificati i temporali pomeridiani sulle zone del Centro Italia, in particolare nel Lazio a Rocca di Papa (RM) un violento nubifragio ha trasformato le strade in torrenti con la forza della corrente che ha trascinato a valle diversi detriti. Segnalato temporale con grandina anche a Roma. Forti temporali inoltre su toscana, Umbria e Marche con fenomeni che sono sconfinati alla costa adriatica tra Romagna e Anconetano, anche con violenza. Temporali poi sulle regioni meridionali, tra alta Calabria, Lucania e Puglia, in Sicilia tra Catanese e Messinese. Al Nord si segnalano alcuni rovesci sulle zone alpine, tra Cuneese e Alpi Liguri/Marittime e soprattutto sull'Appennino Emiliano.

AGGIORNAMENTO ORE 13. Buona parte del Nordovest rimane alle prese con fenomeni di instabilità, dopo i rovesci della notte. In particolare Piemonte, Liguria ed ovest Emilia sono alle prese con altri scrosci ed anche qualche temporale sul Genovese. Nel frattempo si stanno sviluppando diversi temporali sulle zone interne del centro Italia, tra bassa Toscana, Lazio, Marche ed Umbria. Contemporaneamente prosegue l'attività della cella temporalesca che già da questa mattina interessa il medio-basso Tirreno, specie la Campania, con sconfinamenti fino al Molise. Si segnalano accumuli pluviometrici fino a 25mm sul Pontino.

AGGIORNAMENTO ORE 9. Una saccatura depressionaria si estende sull'Europa occidentale e, seppur blanda, riesce ad innescare fenomeni di instabilità su buona parte d'Italia, anche di forte intensità. A risentirne sono soprattutto i settori alpini e appenninici ed in particolare il Nordovest. Nella notte tra domenica e lunedì il Piemonte è stato bersagliato da temporali anche violenti che hanno coinvolto più direttamente il Canavese e il Biellese con accumuli pluviometrici che hanno superato i 50mm e fenomeni che persistono ad inizio mattinata. In Liguria un'area temporalesca sta risalendo dal Mar Ligure verso la costa dando luogo a rovesci e temporali tra Savonese e Genovese, a tratti intensi e con accumuli che raggiungono già i 30mm.

Al Centro-Sud la dorsale appenninica è stata bersagliata da rovesci e temporali anche forti e accompagnati da grandine che si sono sviluppati nel pomeriggio di domenica, protraendosi localmente fino alle ore serali. E la mattinata di lunedì inizia instabile su tratti del medio-basso Tirreno, in particolare tra basso Lazio e alta Campania, per una linea temporalesca che dal mare si inoltra verso le aree interne fin quasi verso il confine con l'Abruzzo. Ma vediamo come proseguirà la giornata.

METEO PROSSIME ORE. Gli acquazzoni ora in atto su parte del Nordovest si intensificheranno in giornata e si estenderanno verso est a zone alpine, prealpine e sconfineranno alla Val Padana, soprattutto in serata, quando fenomeni anche temporaleschi coinvolgeranno un po' tutte le aree di pianura. Instabile anche in Liguria, specie sulle zone interne appenniniche, e sull'Appennino Emiliano, con fenomeni spesso temporaleschi soprattutto dal pomeriggio. Sulle regioni centrali l'instabilità già presente al mattino andrà intensificandosi in giornata sfociando in frequenti temporali che culmineranno sulle zone appenniniche tra Toscana, Marche ed Umbria, estendendosi dal versante tirrenico a quello adriatico, fino a sconfinare alle coste di Marche ed Abruzzo anche accompagnati da grandine, ma attenuandosi contemporaneamente sul versante tirrenico. Meglio al Sud con più sole, alternato però ad una certa variabilità diurna sulle zone appenniniche dove non mancheranno isolati focolai temporaleschi in locale sconfinamento alle coste dell'alta Puglia e Molise. Qualche fenomeno diurno anche sulle zone interne delle isole maggiori. Temperature in calo al Centro-Nord. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati