30 luglio 2021
ore 13:21
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 10 secondi
 Per tutti
Incendi in California in un'immagine di archivio
Incendi in California in un'immagine di archivio

Gli incendi in California sono un fatto purtroppo non così raro, specialmente in questo periodo dell'anno quando si raggiungono temperature elevatissime con clima secco e molto ventilato. Ma l'incendio che sta interessando in questi giorni il territorio è particolarmente grave: ha già bruciato circa 90 mila ettari di terreno, facendo tornare in mente agli abitanti quello devastante del 2018 che rase al suolo migliaia di case uccidendo 85 persone. Ora decine di famiglie sono già state evacuate dalle loro abitazioni di Chester, nella Contea di Plumas, California settentrionale, ed ospitate in alcune località intorno al Lago di Almanor, a circa una settantina di chilometri di distanza.

Altre persone si sono allontanate di loro iniziativa per evitare di respirare l'aria impregnata di fumo, alcune preferiscono temporeggiare in attesa che le operazioni di soccorso riescano a domare le fiamme. Fino a mercoledì il Dixie Fire è stato contenuto al 23% e sta minacciando 10 mila abitazioni, ma fortunatamente non ha provocato vittime né feriti.


Nei prossimi giorni la situazione non subirà cambiamenti significativi, il caldo continuerà ad essere intenso nel nord della California e nella zona di Chester, nonostante la quota di 1300m, le temperature continueranno a superare i 30°C e le precipitazioni a scarseggiare. Qualche temporale secco, ovvero fulmini senza precipitazioni, potrà innescare altri incendi peggiorando ulteriormente la situazione.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati