28 settembre 2020
ore 23:48
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
4 minuti, 46 secondi
 Per tutti
Cronaca Italia
Cronaca Italia

Aggiornamento ore 22.00 Nelle ultime ore serali la perturbazione ha continuato ad interessare parte della Penisola ma in modo particolare le regioni meridionali. Piogge e rovesci anche temporaleschi si sono via via concentrati sul basso tirreno, in particolare tra Campania e Calabria tirrenica. Coinvolta anche la Basilicata occidentale mentre qualche pioggia è riuscita a raggiungere la Puglia. Coinvolte città come Napoli, Bari, Lecce, Potenza, Salerno e Cosenza. Accumuli fino a 50mm sul salernitano interno e sul Pollino. Massime non oltre i 19°C a Napoli, più elevate sulle zone ioniche con picchi di 26-28°C sulla Calabria e sul Salento.

AGGIORNAMENTO. CONTINUA A PIOVERE AL NORDEST - Nonostante si vada verso una progressiva attenuazione delle piogge al Nordest permangono condizioni di maltempo, con piogge che, seppur attenuate, si propagano all'Emilia Romagna. Nel frattempo, con le ore diurne, si è innalzato il limite delle nevicate rispetto alle prime ore del mattino, fin verso i 2000m ed oltre.

ROVESCI E TEMPORALI SUL TIRRENO - Prosegue l'instabilità anche sulle regioni tirreniche peninsulari con i fenomeni più intensi che si concentrano ora tra basso Lazio e Campania, mentre una parziale attenuazione è in atto tra Toscana e alto Lazio con molte zone in cui non piove più e subentrano le schiarite.

ANCORA INSTABILE IN SARDEGNA - In Sardegna il maltempo non dà tregua e proseguono rovesci sparsi un po' su tutta l'isola, in particolare sulle aree centrosettentrionali.

SITUAZIONE ORE 11,30. NEVE A 1600M NEL FRIULI - Si concentrano sulle estreme regioni nordorientali i fenomeni legati alla perturbazione che sta interessando buona parte d'Italia e la neve cade già dai 1500/1600m sulle Dolomiti friulane, mentre alle quote più basse la pioggia è protagonista con accumuli pluviometrici ormai verso i 50mm dalla mezzanotte sul litorale al confine con il Veneto. Piogge che risultano ancora più intense sulle Prealpi bellunesi dove si sfiorano i 70mm di accumulo.

MALTEMPO IN SARDEGNA - Il maltempo non molla la presa in Sardegna, dove proseguono piogge e rovesci piuttosto insistenti su gran parte dell'isola, ma con gli accumuli più importanti che riguardano il Cagliaritano dove si superano i 50mm.

PIOGGE E TEMPORALI SUL MEDIO-BASSO TIRRENO - Il ramo meridionale della perturbazione insiste sul medio-basso Tirreno con piogge e temporali che si concentrano tra Lazio e alta Calabria, ma i fenomeni più intensi si concentrano in mattinata proprio nei dintorni della Capitale.

AGGIORNAMENTO ORE 8,30. Pilotata da un minimo di pressione centrato sull'alto Adriatico un'intensa perturbazione sta ancora agendo sull'Italia, innescando condizioni di maltempo anche violento. Il fronte che si diparte dal minimo depressionario coinvolge nelle prime ore di lunedì il Triveneto, le regioni centro-meridionali tirreniche e la Sardegna, con fenomeni anche intensi e temporaleschi.

MALTEMPO E NEVE AL NORDEST DAI 1500/1600M - Piogge e rovesci insistono sul Triveneto con fenomeni anche intensi ed accumuli pluviometrici che raggiungono i 50mm sul Bellunese, mentre in quota le basse temperature consentono alla neve di cadere fin verso i 1500/1600m sulle Dolomiti.

RISVEGLIO FRESCO AL CENTRO-NORD - Laddove le schiarite hanno prevalso durante le ore notturne le temperature hanno avuto modo di scendere di parecchio gradi fino all'alba, raggiungendo valori minime decisamente frizzanti per il periodo. Fino a 3°C a Cuneo, 4°C ad Aosta, 6° a Novara, 8°C a Brescia e Piacenza, 9°C a Viterbo e Arezzo.

Passo Giau (BL)
Passo Giau (BL)
Rifugio Bruto Carestiato (BL)
Rifugio Bruto Carestiato (BL)

MALTEMPO E TEMPORALI IN SARDEGNA - La parte più arretrata del fronte investe in pieno la Sardegna con piogge e temporali anche di forte intensità che fino ad ora risultano più insistenti sulle aree meridionali della regione, in particolare sul Cagliaritano dove gli accumuli pluviometrici dalla mezzanotte superano i 40mm.

ROVESCI E TEMPORALI SULLE TIRRENICHE PENINSULARI - Lo stesso fronte coinvolge le regioni tirreniche peninsulari dalla bassa Toscana alla Campania con intensità comunque attenuata rispetto alle 24 ore precedenti.

DOMENICA TROMBA D'ARIA A NETTUNO - Il litorale laziale è stato coinvolto nel pomeriggio di domenica da una tromba d'aria che ha scoperchiato decine di tetti. Il fenomeno è stato accompagnato anche da un forte temporale che ha provocato pesanti allagamenti sommergendo alcune automobili nella zona di Tre Cancelli e del Santuario di Nostra Signora delle Grazie.

FRANE ED EVACUAZIONI IN CAMPANIA - Nella giornata di domenica il maltempo ha colpito duro anche in Campania e in particolare nella zona di Sarno, dove si sono vissuti momenti di tensione a causa di smottamenti del terreno in Vicolo San Sebastiano e in Corso Umberto I, tanto che è stato necessario effettuare alcune evacuazioni.

METEO PROSSIME ORE - Andranno gradualmente attenuandosi le piogge al Nordest nel corso del pomeriggio, mentre ampie schiarite persisteranno al Nordovest oltre che in Emilia Romagna. Anche sulla Sardegna è prevista una graduale attenuazione dei fenomeni nel corso del pomeriggio, dopo quelli intensi del mattino. Più penalizzate saranno invece le regioni peninsulari tirreniche con piogge e temporali che insisteranno soprattutto tra Lazio e Campania, estendendosi entro sera alla Calabria. Contemporaneamente tenderanno ad attenuarsi su Toscana e Lazio. Sulle zone appenniniche centrali atteso anche qualche fiocco di neve dai 1800/1900m, tra Abruzzo e Lazio. Più riparate saranno le regioni adriatiche, con clima asciutto e maggiori schiarite, salvo rovesci in arrivo la sera in Puglia. Qualche pioggia infine in arrivo in giornata sul nord della Sicilia. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per l'evoluzione fino a metà settimana clicca qui.

Meteo Italia lunedì
Meteo Italia lunedì

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati