28 settembre 2022
ore 15:43
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 27 secondi
 Per tutti
Il tifone Noru impatta sulla costa del Vietnam (Fonte immagine @REwwfOYCcVrneS1 via Twitter)
Il tifone Noru impatta sulla costa del Vietnam (Fonte immagine @REwwfOYCcVrneS1 via Twitter)

Sono ben tre i sistemi tropicali contemporaneamente attivi sul Pacifico nordoccidentale. Il tifone Kulap, molto al largo del Giappone, equivalente alla categoria 1 degli uragani atlantici, non intenzionato a toccare terra nella sua marcia verso nordest e destinato a perdersi in mare aperto alle alte latitudini. La depressione tropicale 'twenty', in azione sul mare a sud del Giappone, anch'essa destinata a dissiparsi nei prossimi giorni senza coinvolgere la terraferma. Ben diversa invece l'evoluzione del tifone Noru che, dopo aver devastato le Filippine provocando anche cinque vittime, ha fatto un nuovo lanfall questa mattina alle ore 5 locali sulle coste centrali del Vietnam, in prossimità della località balneare Da Nang.



Nel momento in cui Noru ha toccato terra in Vietnam presentava una forza equivalente a quella della categoria 2 degli uragani atlantici, con venti fino a 175km/h. Poco dopo il landfall il tifone ha cominciato a perdere parte della sua energia, ma la provincia di Quang Nam ha subito pesanti inondazioni, con molte abitazioni distrutte o danneggiate. Circa 400000 persone sono state evacuate già martedì e trasferite in rifugi sicuri, mentre da domenica vige il divieto di navigazione per le imbarcazioni turistiche o di pescatori, a causa delle avverse condizioni del mare.


Nelle prossime ore Noru continuerà a spostarsi verso l'entroterra e attraverserà velocemente il confine con il Laos e già domani quello con la Thailandia, perdendo ulteriore energia. Ciò significa che i venti che ruotano intorno al suo centro si attenueranno, ma l'impatto del sistema tropicale con l'orografia del territorio sarà causa di altre piogge intense che potranno divenire anche torrenziali, provocando situazioni potenzialmente alluvionali.

La rotta prevista di Noru
La rotta prevista di Noru

 


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati