16 giugno 2021
ore 16:15
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
55 secondi
 Per tutti
Il ghiacciaio Planpincieux nel versante italiano del Monte Bianco, che ha tenuto in allarme la Val Ferret nell'estate 2020
Il ghiacciaio Planpincieux nel versante italiano del Monte Bianco, che ha tenuto in allarme la Val Ferret nell'estate 2020

L'allarme è stato lanciato martedì 15 giugno da La Chamoniarde, l'organizzazione che raggruppa i soccorritori del versante francese del Monte Bianco. Dopo il Ghiacciaio di Planpincieux, che fino all'estate scorsa ha tenuto col fiato sospeso la Val Ferret, vicino a Courmayeur, quest'anno tocca alla parete nord dell'Aguille du Midi, la cui vetta misura 3842m. Un enorme seracco tra i 10 e i 20 mila metri cubi di ghiaccio è a rischio di crollo imminente tra lo sperone Frendo e la via Mallory.

La Chamoniarde fa sapere che la via Mallory è fortemente sconsigliata, in quanto l'accesso allo sperone del Frendo è particolarmente esposto. Per accedere al rifugio dei Grandi Muletti si consiglia di seguire l'attraversamento in basso (il sentiero a valle del ghiacciaio dei Pellegrini) ed evitare di scendere direttamente sul pendio dell'Aiguille.

Fino alla fine della settimana le temperature continueranno a salire anche ad alta quota, a causa dell'imminente rinforzo dell'anticiclone africano, con lo zero termico che salirà anche oltre i 4000m nel weekend, rendendo particolarmente insidiosa questa zona del ghiacciaio.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati