23 novembre 2019
ore 20:50
di Carlo Migliore
tempo di lettura
8 minuti, 7 secondi
 Per tutti

AGGIORNAMENTO ORE 20:30, TUTTI I CORSI D'ACQUA DEL PONENTE LIGURE E BASSO PIEMONTE IN CRISI, FRANE ED ESONDAZIONI - Situazione sempre più critica tra Liguria centro-occidentale e basso Piemonte dove continua a piovere forte, con picchi che ormai superano i 350mm sul savonese. Imponente frana si è verificata nel territorio comunale di Varazze, sarebbero almeno 5 famiglie isolate. Crolli e frane anche tra Sanremo e Vado Ligure, con la mareggiata che ha fatto crollare un tratto della passeggiata a mare. Il Bormida nel frattempo fa sempre più paura, ormai esondato in più punti e ad un passo dall'esondazione anche a Carcare; è invece esondato a Castellazzo Bormida, finito sott'acqua. Allagamenti ed esondazioni anche tra astigiano, alessandrino e in generale sul Monferrato: a Casale Monferrato è esondato il Gattola. Per maggiori dettagli sulle previsioni consultate le sezioni meteo Liguria e meteo Piemonte. 

PIEMONTE / VALLE D'AOSTA, ALLARME NELL'ALESSANDRINO, CHIUSO TRATTO DELL'A5, CHIUSI I MURAZZI A TORINO - Continua a piovere a tratti forte sul Piemonte con picchi pluviometrici che già superano i 130mm sul Verbano-Cusio-Ossola, Canavese e Biellese. Ingrossati tutti i principali corsi d'acqua ma a fare paura sono soprattutto quelli tra Langhe e alessandrino, che ricevono le forti piogge anche dalla Liguria: il fiume Orba è già esondato a Capriata, mentre il Bormida ha già superato di un metro e mezzo il livello di allarme nell'alessandrino; chiuso il ponte ad Alessandria: EVITARE GLI SPOSTAMENTI QUESTA SERA. Problemi anche sulla linea ferroviaria Alessandria-Aqui Terme-San Giuseppe di Cairo: dalle 10.30 il traffico è sospeso fra Ponti e Montechiaro per movimento franoso sulla sede ferroviaria. Trenitalia ha messo a disposizione bus sostitutivi. Chiusa per maltempo anche un tratto della A5, precisamente quella tra Ivrea e Pont Saint Martin in entrambe le direzioni. Paura anche nel cuneese per il fiume Tanaro, sorvegliato speciale, e nell'astigiano, in particolare nel sud della provincia. Allerta anche a Torino con chiusura della zona dei Murazzi, sia ai veicoli che alle persone. Nel frattempo nevica copiosamente sulle Alpi dai 1100-1500m, anche a quote più basse sull'alto Piemonte, con accumuli notevoli dai 1800-2000m ed elevato rischio valanghe: la valle di Champorcher (Aosta) è isolata a seguito della caduta di una valanga sulla strada regionale, all'altezza del comune di Pontboset.

LIGURIA, OLTRE 300MM DI PIOGGIA, ESONDATI IL BORMIDA E FEGINO, EVACUAZIONI E SFOLLATI - Situazione molto difficile anche sulla Liguria, in particolare tra Savona e Genova, dove si registrano accumuli pluviometrici fino a 250-300mm ( da inizio mese caduti anche oltre 700mm! ), anche superiori sull'Appennino savonese! Esondati diversi rii tra i quali Fegino, Ruscarolo, Casazza; allagamenti in Val Polcevera. Esondato anche il Bormida nel savonese in più punti; allagamenti in Val Polcevera. Attualmente vi sono oltre 30 evacuati e circa 600 sfollati. Maltempo anche nelle prossime ore e per gran parte di domani, tanto che la protezione civile ha esteso l'allerta rossa per domani almeno fino alle 12 sulla parte centrale, fino alle 15 sul Ponente. nel frattempo soffia forte lo Scirocco specie sul comparto centro-orientale, con raffiche di oltre 70km/h e mareggiate sulle coste più esposte, tra le quali quelle di Alassio. 

FORTI PIOGGE ANCHE IN LOMBARDIA - Anche la Lombardia non è risparmiata dal maltempo con pioggia battente specie su varesotto, comasco e lecchese dove si superano punte di 60-70mm dalla mezzanotte; picchi di oltre 100-150mm sulle Orobie. Il rialzo delle temperature indotto dai venti di Scirocco ha fatto altresì innalzare in modo deciso la quota neve, che si attesta oltre i 1500-1800m se non a quote superiori sulle Prealpi. Chiuse due strade provinciali in Valsassina e Valvarrone a causa di due frane. 

MALTEMPO ANCHE SUL NORDEST, TOSCANA, EMILIA E SARDEGNA - Piogge e rovesci si sono intensificati nelle ultime ore anche su Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige, con picchi di oltre 50mm sulle Prealpi. Scirocco in rinforzo sulle coste con ancora acqua alta attesa a Venezia e Chioggia soprattutto domani, con picco di 140cm atteso intorno alle 8:30 del mattino, che potrebbe diventare anche eccezionale se superato questo livello, per l'ennesima volta. Piogge e temporali stanno aggredendo anche la Toscana e parte dell'Emilia Romagna, con punte di oltre 90-100mm sulle Apuane, fino a 70mm sull'Appennino emiliano. Venti forti di Scirocco sulle coste toscane e sul relativo Arcipelago, con raffiche di oltre 70km/h. Piogge, temporali e forte vento non risparmiano neppure la Sardegna, in attesa invece il resto d'Italia con un peggioramento incisivo nelle prossime ore atteso sul versante tirrenico dal Lazio alla Sicilia. 

AGGIORNAMENTO ORE 16: Continua a piovere senza sosta in Liguria, soprattutto tra le province di Genova e Savona con criticità fin dalla scorsa notte che si sono complicate nel corso delle ultime ore.  Gli accumuli dalla mezzanotte sfiorano i 300mm sulla provincia di Genova e raggiungono i 280mm sulla provincia orientale di Savona. I terreni collinari e vallivi già saturi della pioggia degli scorsi giorni non hanno trattenuto questi ulteriori quantitativi che si sono riversati interamente nei bacini idrografici di valle. 

Savona - Allerta rossa prolungata fino alle 15 di domenica 24. E' emergenza in Val Bormida a causa dello straripamento del Bormida tra i comuni di Dego e Piana Crixia, Il livello idrometrico ha superato il livello di guardia andando quindi oltre i 5 mt e 40. Chiuse tutte le statali che attraversano quella zona. Numerose anche le frane, una in particolare sulla strada di Castel Sant'Agata (nella stessa zona dove nell'aprile scorso morirono due donne travolte dal torrente Letimbro - ndr) ha isolato diverse famiglie. Appello su Facebook del sindaco di Bormida Daniele Galliano: «Siamo di nuovo in ginocchio, il terreno saturo non assorbe più acqua, i fiumi sono al limite, le frane non si contano, frazione Pirotti isolata, la strada non c'è più, è andata giù nel fiume e 8 famiglie sono isolate....Non lasciate sola la Valbormida». Elevato anche il livello del fiume Centa, che resta un "sorvegliato speciale"

Genova - L'allerta rossa è stata prolungata fino alle 15 di domenica 24 novembre. I rii Fegino e Ruscarolo sono esondati fin dalle prime ore del mattino La zona più colpita è stata la Valpolcevera tra Certosa, Bolzaneto, Rivarolo, Sampierdarena. Qui si sono registrati i danni maggiori con strade e scantinati allagati, auto finite sott'acqua, decine e decine di interventi da parte dei vigili del fuoco anche per eseguire salvataggi di persone rimaste all'interno delle auto bloccate nei sottopassi. Anche il torrente Cerusa a Genova Voltri ha superato il livello di guardia. Al momento non ci sono sfollati ma la situazione di rischio è "sotto grande attenzione". Numerosissime anche le frane che hanno invaso le strade con i detriti, specie in Corso Perrone. L'appello del Comune, diffuso durante la notte, è a non uscire di casa: chiuse diverse strade. 

Imperia - Criticità medio basse legate a frane e piccoli smottamenti, il primo si è verificato sulla strada provinciale per Seborga, nell'entroterra di Bordighera, all'altezza di via Roccascura. Il secondo in strada degli olandesi, a Camporosso. 

Oltre alle forti piogge a preoccupare sono anche le mareggiate che stanno interessando le coste liguri. Onde sino a 6 metri si sono abbattute ad Alassio dove l'acqua ha invaso la passeggiata sulla costa. 

ALLERTA ROSSA IN PIEMONTE - L'allerta per il maltempo passa da arancione a rossa anche in un terzo del Piemonte. Nell'aggiornamento di Arpa, l'allarme per l'esondazione di corsi d'acqua come l'Orba, esondato a Capriata.  Allagamenti anche estesi e frane diffuse riguardano sia la fascia a sud compresa tra le valli Tanaro (Cuneo), Belbo e Bormida, tra le province di Asti, Alessandria e Cuneo sia un'ampia area a nord le Valli Sesia, Cervo e Chiusella, Orco, Lanzo, bassa valle di Susa e Sangone, nelle province di Biella, Vercelli e Torino. Intanto ha ripreso a nevicare copiosamente sulle Alpi.

Previsioni prossime ore: Nord, forte maltempo al Nordovest con piogge e temporali anche a carattere di nubifragio, alto rischio esondazioni in Liguria. Pericolo frane e smottamenti su tutto il territorio regionale. Fenomeni meno intensi su Lombardia, Emilia Romagna e Triveneto. Neve copiosa sulle Alpi occidentali dai 1000-1100m in rialzo a 1600m la sera. Centro ulteriore peggioramento su Sardegna e regioni centrali tirreniche con piogge e temporali, anche forti la sera. Solo in nottata qualche pioggia raggiungerà anche l'Adriatico. Sud  nubi in aumento da ovest con primi temporali anche forti in serata sulla Sicilia occidentale, nel corso della notte forti temporali anche su resto della Sicilia, Campania e Calabria. Ampie schiarite fino a fine giornata sulle regioni adriatiche. Temperature stabili o in lieve aumento al Centro Nord, in aumento al Sud. Venti forti sciroccali con raffiche fino a 100km/h. Mari agitati con burrasche al largo e mareggiate lungo le coste esposte

Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia.


Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.


Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.


Guarda i video che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui

Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati