3 dicembre 2021
ore 23:55
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
4 minuti, 45 secondi
 Per tutti
Cronaca meteo Italia
Cronaca meteo Italia

SFIORATA STRAGE SULLA CAPRI ANACAPRI PER UNA FRANA SULLA STRADA. Nel primo pomeriggio di oggi, probabilmente a causa delle piogge abbondanti, un'enorme frana si è staccata da un costone sulla Capri Anacapri invadendo la strada su cui stavano transitando alcuni veicoli. Due dei quali sonio stati sfiorati e danneggiati, ma nessuno è stato ferito. Dopo essere stata temporaneamente chiusa per le verifiche del caso la strada è stata riaperta a senso unico alternato. Nelle ore serali piogge localmente forti e temporali sono attese tra Crotonese e Catanzarese, mentre tra tarda sera e notte peggiorerà anche sul Nord della Sicilia.

ROVESCI IN PUGLIA. Piogge e rovesci continuano a susseguirsi sulla Puglia nel corso del pomeriggio, quando si sono avuti anche alcuni temporali. E' sul Tavoliere che si registrano i fenomeni più insistenti, anche se dalla costa della Basilicata e dal Golfo di Taranto un altro nucleo di rovesci si sta dirigendo verso il Salento nordoccidentale. Gli accumuli pluviometrici superano i 20mm dalla mezzanotte sul Foggiano.

PRECIPITAZIONI IN INTENSIFICAZIONE SULLE MARCHE. Il fronte freddo che ha raggiunto l'Adriatico si sta trasferendo nel pomeriggio dalla Romagna alle Marche, dove cominciano ad intensificarsi le piogge a bassa quota mentre nevica a partire dagli 800m di quota. Si tratta per il momento di fenomeni deboli e sparsi, un po' più frequenti sul settore settentrionale della regione.

OLTRE 50MM DI PIOGGIA SUL SALERNITANO. Continua a piovere tra bassa Campania, Basilicata ma anche sull'alta Calabria e sull'area di Salerno i pluviometri hanno raccolto ormai fino a 55mm. Piogge e rovesci interessano inoltre Puglia centro-settentrionale, Sicilia centro-orientale e il settore sudoccidentale della Sardegna, la regione più vicina al vortice di bassa pressione che governa il sistema perturbato. Proseguono le piogge anche sulla Romagna, ormai estesesi alle alte Marche, mentre nevica sui rispettivi rilievi appenninici dai 500/700m.

SITUAZIONE. La perturbazione giunta giovedì si concentra oggi sulle regioni meridionali, dando luogo ad una giornata di diffuso maltempo. Al suo seguito stanno però subentrando correnti settentrionali più fredde che spingono il fronte verso sud e determinano contemporaneamente una certa recrudescenza dell'instabilità sulle regioni del medio-alto Adriatico, mentre l'ingresso di aria fredda di origine artica determinerà l'abbassamento della quota neve in Appennino nel corso della giornata, fino a quote collinari.

MALTEMPO, SCUOLE CHIUSE IN ALCUNI COMUNI DEL SALERNITANO. Rimarranno chiuse oggi le scuole in alcuni comuni del Salernitano, a Sarno, Scafaci, Roccapiemonte, Castel San Giorgio, Campagna, Siano, Sapri, Santa Marina e Centola. Dalla mezzanotte sono caduti più di 50mm di pioggia in alcune zone della provincia, anche se all'alba di oggi le precipitazioni mostrano una temporanea attenuazione.

SCUOLE E PARCHI CHIUSI IN ALCUNI COMUNI DI NAPOLI. Anche nella provincia di Napoli alcune scuole rimarranno chiuse per la giornata di oggi, venerdì, a Sant'Antonio Abate, Castellammare di Stabia e Gragnano. Rimarranno chiusi a scopo precauzionale anche i parchi. A Napoli caduti dalla mezzanotte oltre 25mm di pioggia.

PIOGGE E ROVESCI IN PUGLIA. Intanto il ramo meridionale della perturbazione si è spostato verso il versante adriatico, raggiungendo nella notte Basilicata e Puglia. Si tratta di fenomeni per il momento meno intensi rispetto a quelli che hanno coinvolto il versante tirrenico, ma sul Potentino si sono avuti accumuli pluviometrici di oltre 20mm dalla mezzanotte.

PIOGGE E ROVESCI SU NORDEST ED EMILIA, NEVE IN APPENNINO. Intanto sta facendo il suo ingresso l'aria fredda in discesa dal Nord Europa verso il Mediterraneo centrale e sta innescando una recrudescenza dell'instabilità su basso Veneto ed Emilia Romagna. Ma è proprio l'aria più fredda che affluisce da nord responsabile di un calo delle temperature e della quota neve. In Appennino nevica già dai 500/600m e oltre i 1500m si superano i 30cm di neve fresca, compresi quelli caduti nella giornata di ieri.

Lago Santo - Rifugio Vittoria (MO)
Lago Santo - Rifugio Vittoria (MO)

NEVE A QUOTE COLLINARI IN SARDEGNA. Anche in Sardegna la situazione è decisamente instabile e stanno subentrando correnti di Maestrale che trasportano l'aria fredda dal Nord Europa che favorisce nevicate a quote collinari, con fiocchi già a partire dai 500m di quota sulle zone interne del versante occidentale.

METEO PROSSIME ORE. Torna il bel tempo al Nord salvo residua instabilità in Emilia tra Appennino e Romagna con ultime nevicate dai 500/700m, in esaurimento e con tendenza a schiarite. La sera nubi in aumento sulle Alpi occidentali con debole neve sui confini valdostani e sulle alte valli torinesi dai 1000m. Migliora anche sulle regioni tirreniche centro-settentrionali con schiarite via via più ampie, salvo residua variabilità al mattino sulla costa toscana con piovaschi in esaurimento. Instabilità in aumento su adriatiche centrali con piogge e rovesci in arrivo al mattino sulle Marche e in estensione all'Abruzzo e neve dai 700m sul settore appenninico marchigiano, inizialmente dai 1400m su quello abruzzese ma in calo fino a 800/1000m entro sera. Al Sud piogge e rovesci diffusi, anche temporaleschi, soprattutto sul versante tirrenico. Qualche pioggia in arrivo fin sul versante ionico tra Sicilia e Calabria in giornata. Neve sull'Appennino meridionale in calo a 1000/1500m in serata. Spiccata variabilità in Sardegna con qualche rovescio in attenuazione entro sera e neve già dai 500m. Venti forti tra nordest e nordovest, da sudovest al Sud, mareggiate sulle coste esposte. Temperature in calo. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per le previsioni per il weekend clicca qui.

Meteo Italia prossime ore
Meteo Italia prossime ore

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati