8 novembre 2019
ore 22:20
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
3 minuti, 38 secondi
 Per tutti

AGGIORNAMENTO ORE 16,30. Si stanno attenuando le nevicate sull'arco alpino centro-occidentale nonostante siano ancora presenti alcuni rovesci sparsi su Verbano e Prealpi di Varesotto e Comasco, con accumuli che oltre i 1500m sull'Ossola raggiungono il mezzo metro. La neve continua a cadere invece sulle Alpi orientali mediamente oltre gli 800/1000m ma a tratti si è spinta più in basso nei fenomeni più intensi, anche fino a 500/600m sul Trentino. Qui, oltre i 1500m, lo spessore di neve fresca ha raggiunto anche i 50cm, mentre in quota la neve è caduta anche a carattere di bufera accompagnata da forti raffiche di vento. Rovesci temporaleschi interessano nel pomeriggio il Friuli e la Giulia con neve sul Tarvisiano dai 1200m. 

AGGIORNAMENTO ORE 12,45. Le nevicate proseguono incessanti sulle Alpi centro-orientali, tanto che a Madonna di Campiglio (TN) a 1500m il manto fresco ha superato i 30cm di spessore. Nevica anche a Cortina, Ortisei, Sappada e tutto il settore dolomitico con fiocchi che mediamente scendono fino a 1000/1200m ma a tratti anche sotto i 1000m in concomitanza dei fenomeni più intensi, come avvenuto in mattinata sulle valli trentine dove sono riusciti a spingersi fino a 500/600m. Sono cessate invece le nevicate sulle Alpi occidentali al confine con la Francia, con ampie schiarite che si sono fatte strada sul Piemonte occidentale.

AGGIORNAMENTO ORE 9,30. La perturbazione giunta giovedì sta segnando il passo sull'Italia, orchestrata da un minimo di pressione centrato tra il Mar Ligure e l'alto Tirreno e  distribuisce fenomeni diffusi ed anche copiosi sull'arco alpino, dove la neve cade a partire mediamente dai 1000/1200m ma a tratti anche più in basso (600-800m) nei fenomeni più intensi, come accaduto nella notte su tratti dell'Ossola e del Trentino. Fiocchi che si abbassano fino a 500/600m in Trentino sulle Valle di Non, di Sole e Rendena, 900m in Friuli sulla Carnia, grazie ai rovesci che si stanno intensificando.

Buoni gli accumuli di neve fresca che oltre i 1500m raggiungono i 20cm, ma con punte anche di 40/50cm sul Verbano oltre i 1500m. La neve continua a cadere su gran parte dell'arco alpino, ad eccezione di quello più occidentale al confine tra Piemonte e Francia, dove i fenomeni hanno subito un'attenuazione dalle prime ore dell'alba.

La neve non interessa soltanto l'arco alpino, ma i fiocchi hanno fatto nuovamente la loro comparsa sulla dorsale appenninica settentrionale fin verso i 1800m al confine tra toscana ed Emilia Romagna.

PROSSIME ORE. Mentre graduali schiarite si faranno strada sulle Alpi occidentali, il maltempo persisterà sul restante arco alpino con nevicate più insistenti sulle Alpi centro-orientali ed in particolare sul settore dolomitico. La quota neve oscillerà tra i 1000 e i 1300m, ma a tratti i fiocchi riusciranno a spingersi a quote inferiori in corrispondenza dei rovesci più intensi, fin verso i 700-800m dalle Dolomiti alla Carnia. In serata fenomeni in attenuazione anche sulle Alpi lombarde e dell'alto Piemonte, poi via via verso est salvo gli ultimi rovesci che si attarderanno fino a domattina su Carnia e Giulia. Un po' di neve anche sull'Appennino con i fiocchi che si abbasseranno fino a 1800m in serata anche sul settore laziale-abruzzese. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia.

Nel seguente video la situazione oggi al Passo Rolle (TN):

Nel seguente video la prima nevicata della stagione a San Martino di Castrozza (TN) ripresa dal drone:

Nel seguente video la prima nevicata della stagione a San Martino di Castrozza (TN):

Guarda le foto che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui.

Guarda i video che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui



Temperature previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici



Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione delle webcam



Allerte previste nei prossimi giorni: clicca qui.

Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo



Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati