2 dicembre 2021
ore 23:45
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
4 minuti, 39 secondi
 Per tutti
Cronaca meteo Italia
Cronaca meteo Italia

NEVE SULL'APPENNINO EMILIANO FINO A 1000M. Sulla dorsale appenninica emiliana la neve si è spinta fin verso i 1000m in corrispondenza dei fenomeni più intensi, in particolare sul tratto Forlì Cesena. Oltre i 1500m il manto fresco raggiunge i 20cm di spessore. Quanto agli accumuli pluviometrici si raggiungono punte di 60mm sulla provincia di Parma.

ALLAGAMENTI A ROMA. Il maltempo non dà tregua sulle regioni centrali e sul Lazio si sono avuti allagamenti, anche a Roma, con rovesci e temporali che si sono concentrati soprattutto sulle aree centro-meridionali della regione, con accumuli pluviometrici anche di 60mm sul Frusinate, dove alcuni corsi d'acqua sono in piena. A Roma, sulla Appia Pignatelli, si sono avuti gli allagamenti più pesanti, anche con rami caduti in strada. Allagamenti anche a Tivoli. Decine sono state le chiamate ai Vigili del Fuoco, anche a causa dei rifiuti che galleggiavano sulle strade allagate. Rallentamenti sulla Via Pontina a causa del fondo stradale sconnesso per il maltempo. I temporali sono stati accompagnati localmente da grandine, come è successo a Fiumicino dove si sono avuti anche accumuli al suolo.


MALTEMPO CONCENTRATO AL CENTRO E SUL TRIVENETO: in questa mattinata di giovedì 2 dicembre, le piogge stanno interessando prevalentemente la Romagna, il Veneto, il Friuli Venezia Giulia, la Sardegna e il Centro Italia con fenomeni localmente a sfondo temporalesco sul Lazio e sulla bassa Toscana. Accumuli anche superiori ai 40mm sulla provincia di Frosinone. Nevica fino a quote collinari sul Friuli. Ampie schiarite invece al Nord-Ovest, sulla Sicilia e Calabria. Nelle prossime ore il tempo peggiorerà anche al Sud Italia.

Nel seguente video il tempo di questa mattina a Roma:

SITUAZIONE. Con il canale di bassa pressione spalancato dalla Scandinavia fino al Mediterraneo centrale i fronti di origine artica riescono a raggiungere anche l'Italia. Uno di questi l'ha fatto nella serata di ieri quando è entrato in azione sulle Alpi occidentali dando luogo ad alcune nevicate e a fenomeni che si sono rapidamente estesi a buona parte del Nord e alle regioni tirreniche, oltre che alla Sardegna, localmente accompagnati da alcuni temporali.

DEBOLE NEVE SULLE ALPI. Le nevicate sono cominciate ieri sera sui confini occidentali con fiocchi che si sono rapidamente estesi verso le Alpi centro-orientali ed insistono ancora nelle prime ore del mattino. Si tratta comunque di nevicate tutto sommato deboli, già cessate ad ovest. Il limite neve si è mantenuto basso e attualmente si assesta intorno a quota 500/600m, ma in alcuni casi i fiocchi sono scesi fino a 300/400m, come nel Bellunese, tanto che è stata imbiancata Feltre.

PIOGGE E ROVESCI SU VAL PADANA CENTRO-ORIENTALI. Di fatto saltate dalla perturbazione le pianure del Nordovest, sottovento all'arco alpino, mentre le piogge hanno fatto la loro comparsa dalla Lombardia verso il Nordest, con accumuli pluviometrici anche di 25mm nella notte in Emilia sulla zona di Parma, sfiorano i 20mm invece all'estremo Nordest sul Triestino.

ROVESCI TRA SPEZZINO E ALTA TOSCANA. La perturbazione accompagnata da un teso flusso da sudovest sta agendo tra l'estremo Levante Ligure e alta Toscana con fenomeni anche intensi, in particolare sulle aree appenniniche spartiacque con l'Emilia, dove si raccolgono oltre 50mm di pioggia dalla mezzanotte. Sui rilievi appenninici la quota neve oscilla intorno ai 1300/1500m.

MALTEMPO SULLE TIRRENICHE, QUALCHE TEMPORALE. Il flusso da sudovest che spazza il Tirreno e accompagna la perturbazione sta coinvolgendo direttamente le regioni del versante tirrenico con piogge e rovesci dalla Toscana appunto, fino al confine tra bassa Campania e alta Calabria. Qualche temporale all'alba segnalato sul Lazio, piogge anche sulla Capitale e fenomeni che si inoltrano verso l'interno fino a raggiungere Umbria e zone interne di Marche ed Abruzzo. Nevica sull'Appennino centrale dai 1600m circa.

Nel seguente video la situazione a Roma poco prima dell'alba:

PIOGGE IN SARDEGNA SPECIE AD OVEST. La stessa perturbazione che sta interessando le regioni peninsulari, specie tirreniche, agisce in Sardegna con piogge e rovesci sul versante occidentale ed anche qualche temporale. E' l'Oristanese la zona fino ad ora più coinvolta, con accumuli pluviometrici di oltre 20mm dalla mezzanotte

METEO PROSSIME ORE. Schiarite al Nordovest salvo nebbie al mattino in pianura e addensamenti con debole neve sulle Alpi confinali, nuvoloso al Nordest con piogge e rovesci che diverranno più frequenti su Friuli VG e Romagna e con neve sull'Appennino dai 1200m, dagli 500/700m sulle Dolomiti. Maltempo sulle regioni tirreniche dallo Spezzino all'alta Calabria con rovesci anche intensi e localmente temporaleschi, specie tra Lazio e Campania, ma in attenuazione in giornata tra Salernitano e alta Calabria tirrenica dove subentreranno parziali schiarite. Sul versante adriatico atteso maltempo sulle Marche con piogge e rovesci in estensione ad Abruzzo e fino all'alta Puglia, anche se un po' più deboli. Asciutto con schiarite su Salento e resto del Sud, anche se in serata qualche piovasco potrebbe raggiungere i settori più occidentali della Sicilia. Neve sull'Appennino centrale dai 1500/1600m. Instabile in Sardegna con rovesci soprattutto nella prima parte del giorno sul versante occidentale. Venti tesi o forti da sudovest, da nordovest sul Mar di Sardegna, possibili mareggiate sulle coste esposte. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per la previsione per venerdì clicca qui.

Meteo prossime ore
Meteo prossime ore

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati