6 marzo 2020
ore 20:30
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
6 minuti, 29 secondi
 Per tutti
Maltempo Italia
Maltempo Italia

AGGIORNAMENTO 19,47. ROVESCI E TEMPORALI IN ATTO SUL CENTRO ITALIA, PIOGGE SPARSE AL NORDEST - La circolazione instabile giunta sull'Italia nel corso di oggi, sospinta da correnti più fredde in quota in discesa dalle latitudini settentrionali europee, continua a spostarsi di gran carriera verso Sud-Est. In questo momento coinvolge maggiormente le regioni centrali della Penisola con rovesci sparsi in particolare tra Toscana, Umbria e Marche. Tuttavia nel corso del pomeriggio non sono mancati degli acquazzoni anche tra Lazio, rilievi dell'Abruzzo, Campania, Murge, Salento, Basilicata e Calabria tirrenica, nonché sullo Stretto. Fenomeni che a tratti assumono carattere temporalesco in particolare sulla dorsale appenninica tra Umbria e Marche. Qui sono segnalati accumuli pluviometrici fino a 40-50 mm. Piogge sparse hanno interessato anche le nostre regioni di Nord-Est in particolare tra Veneto e Friuli Venezia Giulia. NEVE SU CENTRO-NORD APPENNINO - L'ingresso di aria più fredda in arrivo dal Nord Atlantico sta dando luogo ad un generale abbassamento delle temperature con quota neve in calo. Segnalate precipitazioni a carattere nevoso sulla dorsale appenninica centro-settentrionale, a partire dai 1300-1400 metri di quota, a tratti anche più in basso in quelle aree interessate dai fenomeni temporaleschi.

AGGIORNAMENTO ORE 17,10. FIORISCONO TEMPORALI POMERIDIANI - La presenza di una vasta area di bassa pressione centrata intorno all'Italia mantiene condizioni di instabilità su alcune nostre regioni, nonostante il fronte principale della perturbazione sia ormai transitato. E' il caso delle zone appenniniche del Centro Italia, alle prese con la formazione di temporali che interessano soprattutto Umbria e Marche. Altri focolai interessano l'Appennino Emiliano occidentale verso il confine con il Levante Ligure, seppur meno organizzati. Si segnala qualche scroscio anche al Sud tra Messinese e Reggino e in Puglia sulle Murge.

AGGIORNAMENTO ORE 11,30. Il fronte principale della perturbazione giunta giovedì sta transitando su parte delle regioni centro-meridionali nella mattinata di oggi, venerdì, anche se in modo disomogeneo. Piogge e qualche rovescio interessano tratti della dorsale tosco-emiliana, di quella marchigiana (accumuli di oltre 30mm), Campania e alta Calabria tirrenica, ma non mancano ampi spazi soleggiati nelle zone circostanti. Anche sull'estremo Nordest sono ancora attivi gli strascichi della perturbazione, con piovaschi sul Friuli orientale ed accumuli che raggiungono i 50mm sulla Giulia. Nel frattempo un nucleo di instabilità proveniente dal Mar di Sardegna sta raggiungendo i settori occidentali dell'isola, con i primi fenomeni sparsi sulla costa.

AGGIORNAMENTO ORE 8. NEVE ABBONDANTE SU OVEST ALPI FINO A QUOTE BASSE - Ha agito anche durante la notte l'ultima perturbazione giunta giovedì dall'Atlantico coinvolgendo le regioni settentrionali con maltempo e nevicate anche copiose sulle Alpi, spintesi localmente anche fino a quote di fondovalle. Ha comunque allentato la presa sulle zone alpine occidentali dove i fenomeni sono andati esaurendosi dalla serata di giovedì, dopo aver lasciato al suolo diversi centimetri di neve, fino a 60-70 sulla Valle d'Aosta occidentale oltre i 1500m, mentre i fiocchi sono riusciti a spingersi anche sul fondovalle aostano. Problemi nella viabilità si sono avuti ieri sera su alcune strade della Regione per la caduta di valanghe, una delle quali ha isolato per qualche ora la Valle di Cogne e la Val Ferret, ma difficoltà nella circolazione si sono avute anche sul tratto finale dell'A5 per un incidente causato dalla neve.

La neve è scesa a bassa quota inoltre sul Piemonte con i fiocchi che hanno fatto la loro comparsa sulla collina di Torino e neve mista a pioggia sull'Astigiano oltre i 200m, mentre sulle zone alpine ha raggiunto frequentemente le aree pedemontane e in quota gli accumuli di fresca sono notevoli e il pericolo valanghe elevato. Nevicate a bassa quota sulle Alpi lombarde con i fiocchi che hanno fatto la loro comparsa fino a quote di fondovalle raggiungendo Sondrio, mentre in quota il manto fresco raggiunge i 15/20cm dai 1500m, seppur con fenomeni ormai esauriti.

NEVE SU ALPI ORIENTALI - Sulle Alpi orientali la neve è scesa fino a quote di fondovalle sul Triveneto. Una leggera spruzzata di neve ha interessato Trento, qualche centimetro a Feltre e Belluno e all'alba di oggi, venerdì, gli ultimi fiocchi raggiungono la Carnia fino a Tolmezzo. La neve ha fatto la sua comparsa a partire dai 300m anche sull'alto Vicentino. In quota si segnalano accumuli di neve fresca fino a 20-30 cm sulla fascia prealpina, 5-20 su Alpi e Dolomiti. Ma il fronte si sta già allontanando dalle regioni di nordest con schiarite a partire da ovest.

FIOCCHI SU APPENNINO SETTENTRIONALE - Rovesci diffusi hanno coinvolto le zone di pianura con fenomeno che si sono concentrati nella notte sull'estremo Nordest lasciando al suolo fino a 35/40mm di pioggia dalla mezzanotte sul Friuli VG, in particolare ad est di Udine. Piogge anche in Emilia Romagna con neve sull'Appennino occidentale fino a quote collinari, a partire dai 500m nella notte tra Piacentino e Parmense, anche se i fenomeni si sono ormai esauriti.

PIOGGE SULLE TIRRENICHE - Estendendosi verso sud il fronte ha coinvolto le regioni tirreniche con piogge abbondanti in Toscana, dove nelle ultime 24 ore si raggiungono gli 80mm di accumulo pluviometrico nella zona della Lucchesia, anche se all'alba di oggi i fenomeni sono già esauriti. Dopo aver interessato il Lazio le piogge sono ancora attive in Umbria e sul basso Tirreno e coinvolgono soprattutto la Campania.

GARBINO SU TRATTI DELL'ADRIATICO - Asciutto invece il versante adriatico, dove si stanno già organizzando le prime raffiche di Garbino che raggiungono i 70-80km/h sui fondovalle marchigiani ed abruzzesi e stanno portando la colonnina a 17°C all'alba a Pescara. Tempo asciutto infine sulle zone ioniche, seppur con cieli offuscati dal passaggio di stratificazioni alte soprattutto sul Salento.

METEO PROSSIME ORE - Ampie schiarite prevarranno per la giornata al Nordovest, mentre al Nordest si riattiverà una certa instabilità tra il pomeriggio e la sera con rovesci su Friuli VG, Veneto, est Emilia e Romagna, nevosi dai 1000m sulle Alpi, 1200m sull'Appennino. Instabilità a tratti anche sulla dorsale appenninica con rovesci sparsi che risulteranno più frequenti verso sera, anche temporaleschi e in sconfinamento a Marche, bassa Toscana e Lazio, mentre sull'Appennino la neve cadrà oltre i 1200/1300m. Instabile in Sardegna con fenomeni tra il pomeriggio e la sera. Tempo a tratti instabile inoltre al Sud con rovesci sparsi che si concentreranno in giornata tra campania, Lucania e Calabria tirrenica, coinvolgendo localmente la Sicilia orientale. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per la previsione per sabato clicca qui.

Meteo Italia prossime ore
Meteo Italia prossime ore

Per tutti i dettagli del tempo atteso nei prossimi giorni in Italia consulta la sezione meteo Italia

Il maltempo, come accennato, sarà localmente intenso. Per dettagli sulle allerte meteo previste consulta la sezione allerte

Per capire l'andamento delle temperature previste nei prossimi giorni consulta la nostra sezione temperature

Resta connesso con 3bmeteo. Ci trovi su FacebookInstagramTwitter e Pintarest.

Grazie al suo vasto archivio di dati meteo 3BMeteo potrà può emettere certificazioni per usi legali o affini, per privati, studi legali o compagnie assicurative

3bmeteo ti offre gratuitamente la possibilità di inserire informazioni meteo direttamente nel tuo portale!Come fare? E' facilissimo: trovi tutte le istruzioni cliccando qui

3Bmeteo non è solo meteorologia. Scopri tutte le iniziative per il sociale sostenuta da Meteosolutions e 3bmeteo

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati