8 gennaio 2022
ore 23:48
di Carlo Migliore
tempo di lettura
2 minuti, 47 secondi
 Per tutti

LA SITUAZIONE - L'area di saccatura responsabile delle recenti condizioni di maltempo sulla Penisola si è spostata ulteriormente verso levante trascinando il vortice di bassa pressione ad essa associato verso lo Ionio. Attorno al minimo continuano a ruotare ammassi nuvolosi irregolari che rinnovano ancora una certa instabilità sulle regioni meridionali, in particolare su Puglia, Calabria e Sicilia. Sin dalla serata di venerdì rovesci e anche qualche temporale hanno interessato soprattutto la Sicilia settentrionale e i fenomeni sono andati avanti seppur alternati a qualche breve schiarita per tutta la notte e in queste prime ore della mattinata. Piogge sparse e qualche rovescio hanno interessato anche la Puglia e la Calabria mentre una linea di instabilità è transitata rapidamente sulla Sardegna. Fenomeni nel complesso modesti con la sola  eccezione della Sicilia dove gli accumuli hanno raggiunto nella giornata di venerdì i 30mm  nel Palermitano e nel Messinese con ulteriori accumuli dalla mezzanotte e punte di 40mm nel Palermitano e nel messinese per un totale da ieri di oltre 70mm. Sul resto della Penisola la pressione in temporaneo aumento ha garantito una maggiore stabilità ma anche delle nebbie e delle foschie sulla Val Padana

Un altro aspetto importante è stato il calo termico, generalizzato ma che ha interessato con maggiore sensibilità le regioni centro settentrionali. Qui hanno giocato un ruolo fondamentale anche i cieli sereni sella notte che hanno favorito un ulteriore calo delle temperature per irraggiamento con valori minimi scesi sottozero su tutta la Val Padana e diffusamente anche tra le valli e le basse colline della Toscana, le Marche, l'Umbria e a tratti del Lazio. Punte fino a -5°C nel Novarese, Modenese, Chianti e Perugino. Nel corso delle prossime ore il minimo ionico si sposterà molto lentamente verso la Grecia e l'instabilità avrà ancora modo di interessare buona parte delle regioni del Sud, soprattutto Sicilia, Calabria e Puglia mentre dall'Europa centrale si farà avanti una nuova perturbazione che interesserà gran parte della Penisola entro domenica portando pioggia, freddo e neve. Vediamo intanto le previsioni per il resto della giornata di sabato.  

Meteo sabato prossime ore: Nord, deboli nevicate al mattino fino a bassa quota sulle Alpi confinali, nebbie e gelate in pianura padana in assorbimento per le ore centrali con sole ovunque dal pomeriggio. A fine giornata debole neve fino a bassa quota sulle Alpi centro occidentali tra la notte e le prime ore del mattino qualche veloce episodi di nevischio o pioggia mista a neve tra Lombardia,  alessandrino, basso Veneto ed Emilia. Centro,  variabilità ma senza fenomeni apprezzabili sulla Sardegna, nubi irregolari e qualche isolata pioggia sull'Abruzzo in esaurimento. Soleggiato altrove. Sud, ancora instabile su Puglia, Calabria, Sicilia e in generale lungo la dorsale appenninica meridionale con rovesci intermittenti anche abbondanti su nord Sicilia e nevicate da 800-1300m, più sole sulla Campania costiera. In serata migliora quasi ovunque. Temperature in ulteriore lieve calo al Sud, stabili altrove. Venti da NNO, forti sul Mar di Sardegna, moderati altrove. Mari, molto mossi o agitati i bacini più occidentali, mossi o localmente molto mossi gli altri.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati