10 dicembre 2022
ore 23:50
di Carlo Migliore
tempo di lettura
3 minuti, 32 secondi
 Per tutti

ORE 14:00 ALLAGAMENTI  E DISAGI TRA UMBRIA E LAZIO,  PUNTE DI 90mm: continua a piovere sull'Italia centrale con accumuli che ormai raggiungono in Umbria i 90mm. Molte le criticità segnalate con allagamenti a Narni dove alcune auto sarebbero rimaste intrappolate nell'acqua. Disagi in tutta la rete stradale della provincia di Terni. Situazione critica anche nel Lazio con numerose strade provinciali chiuse per frane e smottamenti.

ORE 13:00 FORTI TEMPORALI TRA LAZIO, CAMPANIA E MOLISE, NUMEROSI ALLAGAMENTI: nelle ultime ore il tempo è sensibilmente peggiorato anche tra Campania e Molise con forti temporali tra la provincia di Benevento e quella di Campobasso. Accumuli provvisori di 45mm in aumento. Intanto temporali continuano ad interessare anche il Lazio. Uno poco fa anche su Roma e si registrano allagamenti della zona di Ladispoli


ORE 12:00 ACQUA ALTA A VENEZIA, MA IL MOSE NON VIENE ATTIVATO - Nella tarda mattinata a causa dei forti venti, la marea è tornata a salire sulla laguna di Venezia ma il picco massimo è stato di circa 105cm, molto contenuto dunque, motivo per il quale il Mose non è stato attivato. Piazza San marco si è allagata leggermente.

Il vortice di bassa pressione di matrice atlantica che fino a venerdì sera si trovava nei pressi delle Baleari ha subito nel corso della notte una rapida trasformazione grazie a un impulso di aria fredda che dalla Valle del Rodano si è tuffato sul Mediterraneo. Il minino si è riorganizzato molto più a est verso l'Italia, attualmente si trova nei pressi della Sardegna ma si muove rapidamente verso la Penisola. Questo spostamento ha comportato e comporterà un ulteriore peggioramento del tempo nella fascia compresa tra Sardegna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo. Già prima della mezzanotte gli accumuli pluviometrici raggiungevano i 160mm nel Pistoiese e toccavano i 100mm tra le Province di Lucca e di Prato poi gli ulteriori accumuli della notte hanno portato le cumulate fino a oltre 200mm sull'alta Toscana mentre si toccano i 50mm sul resto del Centro e sulla Sardegna. Da segnalare anche i forti venti che hanno interessato le regioni centrali con raffiche fino a 100km/h in Appennino. Nelle prossime ore il minimo di bassa pressione si porterà ulteriormente verso est posizionandosi entro il pomeriggio sulle regioni centrali. Nel contempo l'ingresso delle correnti più fredde determinerà soprattutto temporali che potranno essere anche forti sull'area tirrenica e resterà gradualmente coinvolto nel maltempo anche l'estremo Sud che fino a ieri aveva visto solo nuvolosità poco attiva. Al contrario le regioni settentrionali si sono liberate dall'instabilità anche se in giornata un parziale ritorno dei fenomeni è atteso sui settori orientali. Il Sole ha conferito all'abbondante manto nevoso caduto ieri sulle Alpi un aspetto ancora più magico. 

Quest'oggi però la neve non cadrà più a bassa quota ma solo a quote di media e alta collina stante le correnti più miti che si sono mescolate a quelle fredde. Dunque non ci resta che vedere come evolverà il tempo per il resto di questa giornata di sabato mentre per il tempo di domenica vi consigliamo di leggere questo altro articolo

METEO SABATO PROSSIME ORE: Nord molte nubi ovunque con piogge inizialmente isolate o assenti ma poi nel pomeriggio più diffuse e localmente moderate tra bassa Lombardia, basso Veneto e soprattutto Emilia Romagna. Deboli nevicate attese sulle Alpi dai 500/800m. Centro, spiccato maltempo con piogge e temporali localmente intensi lungo la fascia tirrenica, nevicate a quote alte in Appennino. Sud, spiccato maltempo sulla Sardegna e la Campania con piogge e temporali anche intensi in estensione dal pomeriggio sera anche alla Calabria e la Sicilia nord orientale. Maggiore variabilità sulle regioni adriatiche dove le piogge arriveranno nella seconda parte della giornata. Temperature in lieve aumento al Nord, in calo al Centro, stabili o in lieve calo al Sud. Venti forti dai quadranti meridionali al Centro Sud, settentrionali al Nord. Mari molto mossi o agitati con locali mareggiate lungo le coste esposte.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati