31 agosto 2021
ore 9:58
di Manuel Mazzoleni
tempo di lettura
4 minuti, 59 secondi
 Per tutti
Emergenza uragano Ida negli USA
Emergenza uragano Ida negli USA

AGGIORNAMENTO MARTEDÌ. FORTI PIOGGE SU ALABAMA, GEORGIA E TENNESSEE. Il centro di Ida si trova ormai nelle zone interne del Mississippi settentrionale, declassato già da ieri a depressione tropicale, e sta provocando piogge e temporali di forte intensità fin su Alabama, Georgia e Tennessee, dove gli accumuli pluviometrici raggiungono già i 70mm ma nelle prossime ore saliranno ulteriormente con il rischio di inondazioni. Si sono invece attenuati i fenomeni sulle coste di Louisiana e Mississippi, anche se sono presenti alcuni temporali a carattere locale e molte zone sono ancora completamente allagate. Intanto a New Orleans, la città più colpita dal landfall di Ida quando era uragano di categoria 4, si contano i danni e secondo alcune stime ammonterebbero a 70/80 miliardi di dollari, mentre il bilancio delle vittime sale a due.

NEW ORLEANS, TUTTI I VOLI CANCELLATI. All'aeroporto di New Orleans tutti i voli di oggi, martedì sono stati cancellati e per mercoledì sono già 200 quelli sospesi. Anche in questo caso i danni sono stati ingenti, sia alle strutture dei terminale che alle piste di rullaggio. Sono stati riscontrati danni anche su alcuni jet.

PROSSIMI GIORNI, SI TEME PER GLI STATI ORIENTALI. Vista la rotta previste della depressione tropicale Ida, l'allerta maltempo è elevata sugli stati orientali degli USA. Il suo centro transiterà sugli stati interni dirigendosi verso la East Coast, fino a sfociare sull'Atlantico giovedì nei pressi di New York. Sono previste forti piogge su Tennessee, Kentucky, North Carolina, Virginia, Pennsylvania e New York, con accumuli pluviometrici che in alcune zone potranno raggiungere anche i 250mm.


AGGIORNAMENTO LUNEDÌ. IDA DECLASSATO A TEMPESTA TROPICALE MA RESTA ALTA L'ALLERTA - Continua a perdere energie l'uragano Ida, ormai declassato a tempesta tropicale, dopo che nel pomeriggio di ieri aveva raggiunto la Louisiana come uragano di cat.4 con venti sino a 240 km/h. Almeno sino a metà settimana resta tuttavia elevato il pericolo di piogge alluvionali e tornado tra gli Stati del Missouri, Alabama, Louisiana, Georgia, Florida e Tennessee, mentre resta alto il pericolo di mareggiate distruttive lungo le coste settentrionali del Golfo del Messico.

LA STORIA DI IDA - Ricordiamo brevemente la storia di questo potente uragano che si è generato il 26 agosto del 2021 come depressione tropicale a Sud delle Isole Cayman. In breve tempo ha acquisito energia diventando uragano il 27 agosto mentre si muoveva sulle calde acque del Mare di Cuba occidentale. Dopo aver lambito il comparto occidentale di Cuba si è gettato nel Golfo del Messico, dove le condizioni estremamente favorevoli (acque del Golfo molto calde, abbondante umidità e venti in quota favorevoli) hanno determinato una rapida intensificazione. Già nelle prime ore del 28 agosto era un uragano di cat.2 mentre nel giro di poche ore la mattina del 29 agosto si è intensificato sino a cat.4 con venti a 240 km/h e minimo di pressione di 930 mb. Ha così generato landfall alle 18.55 ora italiana nei pressi di Port Fourchon, 16 anni esatti dopo Katrina. Ha poi proseguito la sua marcia perdendo gradualmente potenza. Secondo la NOAA, in quasi 106 anni di misurazioni, nessun Uragano di Cat.3 o più è mai passato ad Ovest di New Orleansnel suo moto verso Nord.



NUMEROSI SONO GLI URAGANI CHE HANNO RAGGIUNTO LA LOUSIANA - Dal 2000 ad oggi sono almeno 28 i cicloni tropicali che hanno raggiunto la Louisiana con una media di circa 2 cicloni ogni 3 anni e un uragano ogni 2.8 anni. L'uragano più intenso in termini di pressione ad approdare lungo le sue coste è stato l'uragano Katrina del 2005 (902 mb), mentre Ida ( il quinto più forte ad aver raggiunto gli USA), assieme all'uragano Laura del 2020 e la grande tempesta del 1856 sono i più intensi in termini di vento ( 240 km/h).

SI INIZIANO A CONTARE I DANNI - Nonostante Ida continua a perdere energia l'emergenza resta ancora molto elevata. A preoccupare oltre ai forti venti e le piogge torrenziale è l'ondata di tempesta ( Strom Surge) che ha spinto il livello dell'acqua oltre i 2 metri sopra la media a Shell Beach, in Louisiana, così come Waveland, nel Mississippi, dove i picchi hanno anche toccato i 3/3.5 metri. Gravi inondazioni vengono segnalate a Gran Isle dove diverse case sono state distrutte, mentre le strade sono state sommerse dell'acqua nel quartiere Venetian Isles a New Orleans Est.


Numerose sono le stazioni che hanno registrato venti oltre i 160 km/h, specie tra Galliano e Dulac, mentre raffiche di 276 km/h sono state misurate dalla stazione meteorologica di una nave nei pressi di Port Fourchon. Oltre 1 milione di persone sono ancora senza elettricità tra Louisiana e Mississippi, mentre una persona ha perso la vita, colpita da un albero. Disagi in ben tre ospedali della Louisiana, dove infiltrazioni di acqua e mancanza di corrente elettrica hanno reso necessario il trasferimento di decine di pazienti.


Il presidente Joe Biden segue questa crisi minuto per minuto accanto a quella afghana, approvando la richiesta della Louisiana di dichiarare lo stato di "grande disastro federale" nel territorio. La decisone rende disponibili fondi federali alla popolazione colpita in 25 contee. Intanto il governo federale sta lavorando per aprire dozzine di rifugi e si prepara a distribuire 2,5 milioni di pasti e tre milioni di litri d'acqua.


Le compagnie aeree American Airlines e United Airlines hanno cancellato tutti i voli in partenza dall'aeroporto internazionale di Jackson, la capitale dello Stato del Mississippi.

TRAIETTORIA PREVISTA - Ida nel corso dei prossimi giorni continuerà la sua marcia verso N/NE perdendo ulteriore potenza declassando a depressione tropicale e poi a sistema extra-tropicale. Dovrebbe così raggiungere entro venerdì la costa orientale degli USA.

Traiettoria prevista - fonte :NOAA
Traiettoria prevista - fonte :NOAA

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati