18 febbraio 2014
ore 12:02
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 22 secondi
 Per tutti
Ultimi sussulti dell'alta pressione africana ed entro domenica si tornerà alla normalità, se così si può definire. Inizia a sbloccarsi dunque la situazione che ha visto il Centro Sud impegnato in un'ondata di caldo anomalo per febbraio con temperature da record su molte località. Ma non cambierà più di tanto il contesto che rimarrà sempre improntato ad una fase autunnale, sempre orchestrata dalla circolazione sul Nord Atlantico; anche se tra sabato e domenica arriveranno le briciole di un inverno che si è rivelato anonimo in Italia e non solo

.



Due le perturbazioni in arrivo. La prima giungerà mercoledì ed impegnerà il Nord e la Toscana con piogge ed acquazzoni diffusi, anche intensi sul Friuli. Nevicherà sui rilievi alpini sopra i 1200/1500m. Giovedì saranno coinvolte le altre zone, in particolare le Tirreniche. Nella notte su venerdì sarà maltempo tra Sicilia centro orientale e Calabria meridionale per un'aggravante africana. Temperature in calo anche di 6/8°C al Centro Sud.

Venerdì arriverà il secondo sistema nuvoloso; dapprima sarà interessato il Nord con fenomeni più intensi su Lombardia e Nord Est. Altra neve sulle Alpi fin verso gli 800m la sera. Sabato la perturbazione scivolerà verso sud est impegnando Triveneto, dorsale centrale, interne toscane, medio adriatico, alta Puglia e messinese. Fiocchi bianchi sull'appennino sopra i 1000m. Temperature in diminuzione per venti relativamente più freddi da Nord. Domenica instabilità tutta al Sud e sulle Adriatiche con acquazzoni e nevicate sui rilievi sopra gli 800/1000m. Meglio altrove. Ulteriore calo delle temperature al Sud . Ventoso per Tramontana.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati