31 maggio 2019
ore 10:25
di Manuel Mazzoleni
tempo di lettura
3 minuti, 45 secondi
 Per tutti


Giugno, denominato anche Mese del Sole, è il sesto mese dell'anno secondo il calendario gregoriano nonché il primo mese dell'estate nell'emisfero boreale e il primo dell'inverno nell'emisfero australe. L'origine del nome deriva dalla dea Giunone, moglie di Giove, mentre la denominazione Mese del Sole risiede nel fatto che in corrispondenza del 21° giorno del mese, ovvero nel solstizio d'estate, si raggiunge la massima durata di luce nell'arco di un giorno. La traduzione inglese del nome, June, viene usata come nome proprio femminile. Mese ricco di misticità, usanze e proverbi, sia in ambito meteorologico che della vita comune. Ma vediamo insieme alcuni tra i proverbi più usati che ho scovato sul web:



Meteorologia


Se marzo non marzeggia, giugno non festeggia (oppure april mal pensa)


Acqua di giugno rovina il mugnaio


Giugno ventoso, porta presto il grano sull’aia


In giugno, in bene o in male, c'è sempre un temporale  



Agricoltura e natura

Tra maggio e giugno fa il buon fungo


Di giugno levati il cuticugno


Quando imbrocca d'aprile, vacci col barile; quando imbrocca di maggio, vacci per assaggio; quando imbrocca di giugno, vacci col pugno


Biondo ondeggia di giugno il grano pronto sta il contadino con falce in mano


Giugno la falce in pugno


Giugno ciliegie a pugno  



Giorni e Santi

Per san Vittorino (8) ciliege a quattrino


A San Barnabà (11) la falce al prà, o piglia la falce, e in Maremma va


Per San Barnaba, l’uva viene e il fiore va


Se piove a santa Desiderata (12) casca l’uva e resta la grata


Sant’Antonio (13) dalla barba bianca, fammi trovar quel che mi manca


Quando piove il giorno di San Vito (15) il prodotto dell'uva va sempre fallito


A San Vito (15)il castagno è incardito


Per san Vito il merlo becca moglie e marito.


Se fa freddo a san Luigino (21),farà caldo a san Paolino (22)


Per San Paolino c'è il grano e manca il vino


La vigilia di San Giovanni (23),piove tutti gli anni.


A San Giovanni (24) il sorgo va in pan


La notte di san Giovanni, entra il mosto nel chicco


La notte di san Giovanni, ogni erba nasconde inganni


Per San Piero (29 ), o paglia o fieno


Se piove ai santi Paolo e Piero (29) piove per un an intero  


 


Dialetto


Fina al quaranta de masc, se def minga mulà i strasc


Des, a San Peder se cata i scirés


Ai prins di Jugn, la sesule tal pugn


Jugn pront il falcet in pugn


Jugn al puarte cuantitât, Setembar cualitât


Jugn di ploie e di tampieste, ogni setemane che e ven, di pan gjave une ceste


Jugn sut, anade scarse; masse bagnât, ni pan ni vin;ploie moderade, buine anade


Il mês di Jugn si jemple il pugn


Sant Marcellin (2/6) bon pe ’aghe e pal vin


Sant Canzian (10/6) cul spic in man


A Sant Barnabà (11/6) la ue in flôr e va


A Sant Barnaba, a ue o che ven o che va


Dal Santo (Antonio) mòre la pianta del formento


A Sant Vît (15/6), la cjariese e va a marît


Se al plûf a Sant Vît il racolt de ue al va falît


Daûr Sant Gervâs (19/6) gran calôr che al no dâ pâs


Tal dì di Sant Luigj (21/6), si po lâ fin a Parigj


Te vìlie di Sant Zuan (23/6), aghe e clare sul balcon, l’albe tal doman, ti dirà se biel, se bon!


Prime di Sant Zuan (24/6), no stâ laudâ il gran


Cjalt denant Sant Zuan al è dut un ingjan


A Sant Zuan la blave e tapone il cjan


A Sant Zuan, entre il most te ue


A Sant Zuan vin e pan


Il timp che al côr a Sant Zuan, al côr dut l’an


Sant Zuan cu la panole in man


Sant Zuan cu la sesule in man


A Sant Pieri (29/6) la blave e tapone il pujeri


La mari di Sant Pieri e je birechine, une a ‘nt pense e cent a ‘nt cumbine


Sant Pauli lusint paie e furmint


Sant Pieri, Sante Ane, Sant Zuane, Sant Laurinç, tons, saetis e ploie cul buinç


Acqua i giugnu, caccia lu pani di lu furnu 



Se ne sapete altri segnalatemeli sulla nostra pagina di facebook che provvederò ad inserirli.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati