19 marzo 2023
ore 23:45
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 0 secondi
 Per tutti

Anche gli ultimi giorni di marzo saranno caratterizzati da una vivace circolazione atlantica sul centro nord Europa. Nell'ambito di queste ondulazioni che trascineranno da ovest verso est un treno di perturbazioni l'Italia dovrebbe essere parzialmente coinvolta da alcuni passaggi instabili. Dato che il flusso sarà abbastanza teso è lecito immaginare che le zone più interessate potranno essere quelle centro settentrionali con un Sud più protetto dalle influenze anticicloniche. I modelli inquadrano un primo passaggio tra il 26 e il 27 seguito da una temporanea rimonta anticiclonica. Un secondo passaggio viene intravisto tra il 29 ed il 30 marzo

Entrambi si rivelerebbero più produttivi in termini di precipitazioni per le regioni tirreniche centrali e il Nord Italia, meno per il Sud. Spingendoci nel mese di Aprile, è possibile che le ondulazioni risultino più marcate a inizio mese con una saccatura più incisiva tra il 2 e il 4. Per quanto riguarda l'aspetto termico, le temperature saranno mediamente superiori alla norma soprattutto sulle regioni centro meridionali. Questa tendenza è naturalmente affetta da tutte le incertezze che riguardano le previsioni a medio e lungo periodo, motivo per il quale seguiranno ulteriori aggiornamenti. Seguiteci sempre.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati