9 dicembre 2019
ore 9:30
di Carlo Migliore
tempo di lettura
2 minuti, 33 secondi
 Per tutti

Imminente cambio della circolazione: Nel corso degli ultimi giorni il Mediterraneo centrale e l’Italia sono stati protetti da un blando cuneo di alta pressione di matrice azzorriana che non ha consentito alle grandi perturbazioni atlantiche di scendere di latitudine. In questo contesto si sono inserite delle infiltrazioni di correnti umide occidentali che hanno portato blandi annuvolamenti sulle regioni tirreniche. Ma ora tutto cambia. Una saccatura associata ad un impulso freddo di matrice artica attraverserà tutte le nostre regioni anche se porterà maltempo in prevalenza al Centro Sud e in particolare lungo le regioni adriatiche. Sarà accompagnata da un consistente calo termico e un rinforzo della ventilazione che vedrà mari anche agitati o in burrasca. Tornerà anche la neve in Appennino a quote medie. A seguire il grande motore delle perturbazioni invernali si prenderà una leggera pausa poi tra mercoledì e giovedì ma soprattutto giovedì è previsto un nuovo peggioramento. Intanto vediamo le previsioni per i primi due giorni della settimana: 

Meteo lunedì: Nord bel tempo al Nordovest e sulla Lombardia salvo residui piovaschi o locali temporali al mattino sulla Liguria orientale, Discreto anche su Trentino e alto Veneto, nuvolosità irregolare tra Emilia Romagna, basso Veneto e basso Friuli con piogge sparse e locali rovesci anche abbondanti sull'Emilia Romagna e in successiva attenuazione tra il pomeriggio e la sera. Neve sulle Alpi confinali. Centro nuvolosità fugace sulla Sardegna con locali piogge in rapida attenuazione, instabile sulla Toscana e sul Lazio con piogge e rovesci in veloce estensione tra il pomeriggio e la sera alle Marche dove i fenomeni potranno risultare anche abbondanti, ampie schiarite sull'Abruzzo e dal pomeriggio sulle regioni tirreniche. Sud instabile su Sicilia e tirreniche con piogge sparse e qualche rovescio occasionalmente temporalesco in arrivo dal pomeriggio. Ampie aperture lungo l’Adriatico e sullo Ionio salvo locali piogge sul Salento. Temperature in aumento per venti favonici al Nordovest, in calo al Centro, stabili al Sud. Venti forti tra Ovest e NO su Sardegna e regioni tirreniche, moderati sud occidentali altrove. Mari agitati i bacini occidentali con burrasche e mareggiate sul Mar di Sardegna, mossi o molto mossi gli altri. 

Meteo martedì: il fronte freddo interessa più direttamente le regioni del medio e basso versante adriatico e l’estremo Sud con piogge, rovesci e nevicate lungo l’Appennino centrale fino a 1000-1200m. Bel tempo prevalente al Nord, regioni centrali tirreniche fino alla Campania e Sardegna. Temperature in generale diminuzione. Venti forti di Grecale e Tramontana con Bora sul Triestino. Mari molto mossi, anche agitato l’Adriatico.


Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia.


Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.


Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.


Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati