1 aprile 2024
ore 23:54
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 21 secondi
 Per tutti

La perturbazione di Pasquetta sarà l'ultima di questa sequenza perturbata che ha interessato prevalentemente il nord Italia.  Subito dopo, e qualcuno potrà dire "lo sapevo!", l'alta pressione tornerà a farci visita. In una prima fase la rimonta sarà poco decisa e ancora soggetta a una debole ondulazione del flusso atlantico. I modelli inquadrano un modesto peggioramento nella giornata di mercoledì 3 aprile ma con fenomeni non particolarmente significativi e destinati prevalentemente alle regioni centro settentrionali. Al Sud continueranno a prevalere condizioni di tempo soleggiato con temperature in calo dopo l'impennata di Pasqua.

Dal 4 aprile una profonda saccatura atlantica in avvicinamento all'Europa occidentale richiamerà l'anticiclone africano sul Mediterraneo.  Sia i cluster meteo che le ensemble di ecmwf mostrano un'alta probabilità per questo evento. Le conseguenze per l'Italia saranno una maggiore stabilità con sole prevalente e un nuovo aumento della temperatura, anche localmente significativo. In questo frangente sarebbero comunque da mettere in conto delle deboli infiltrazioni di aria umida di matrice mediterranea con la possibilità che alcuni annuvolamenti e forse anche delle isolate e deboli precipitazioni possano riuscire a interessare le regioni nord occidentali

Questa rimonta anticiclonica dinamica dovrebbe durare fino a tutto il weekend 6-7 aprile e con buona probabilità anche per l'inizio della nuova settimana, poi i modelli inquadrano un possibile peggioramento del tempo sull'Italia per l'arrivo di una perturbazione collegata alla saccatura atlantica in avvicinamento. La giornata deputata al possibile ritorno delle piogge è quella del 10 aprile ma serviranno ulteriori conferme, seguite i prossimi aggiornamenti. 


Seguici su Google News


Articoli correlati