15 novembre 2022
ore 23:45
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 48 secondi
 Per tutti
Altra neve in arrivo sulle Alpi
Altra neve in arrivo sulle Alpi

MARTEDI' NUOVE NEVICATE. Dopo le prime nevicate di lunedì che hanno interessato parte dell'arco alpino ma anche della dorsale appenninica, il flusso perturbato atlantico comincia a guadagnare strada verso il Mediterraneo centrale inviando alcuni impulsi perturbati in direzione dello Stivale. Uno di questi ha raggiunto le Alpi occidentali già dalle prime ore di martedì con una ripresa delle nevicate in Piemonte sulle Alpi Marittime a partire dai 1600m. Si tratta di fenomeni generalmente deboli, a quote leggermente superiori a quelle di lunedì a causa dell'ingresso di correnti più miti atlantiche che andranno gradualmente a sostituire quelle fredde balcaniche. Qualche nevicata si estenderà alle Alpi lombarde tra il pomeriggio e la sera con limite neve sui 1500m. La stessa perturbazione agirà sull'Appennino centro-settentrionale, ma le condizioni termiche non saranno tali da permettere alla neve di cadere e le temperature troppo elevate manterranno i fenomeni in forma piovosa.

VELOCE FRONTE MERCOLEDI', NEVE IN RIALZO DI QUOTA. Mercoledì seguirà una nuova perturbazione atlantica a distanza ravvicinata che attraverserà molto rapidamente l'arco alpino da ovest ad est nella prima parte della giornata. Nella notte agirà sulle Alpi centro-occidentali con nevicate più intense sui confini franco-svizzeri, ma solo dai 1800/2000m. Entro il pomeriggio ampie schiarite saranno avanzate dalle Alpi occidentali a quelle lombarde e gli ultimi fenomeni si attarderanno sul settore dolomitico, esaurendosi rapidamente. Il nuovo fronte sarà accompagnato però da correnti ancora più miti e il limite delle nevicate sarà destinato ad innalzarsi sensibilmente, oscillando intorno a quota 2000m anche sulle Alpi orientali e senza dar luogo ad accumuli significativi di neve fresca.

ALTRA PERTURBAZIONE TRA GIOVEDI' E VENERDI'. Entro la sera di giovedì toccherà ad una nuova perturbazione atlantica, con ripresa delle nevicate sulle Alpi occidentali, ma anche in questo caso il mite respiro atlantico relegherà i fiocchi a partire da quota 2000m circa. Nella notte su venerdì il fronte raggiungerà anche le Alpi orientali con fenomeni generalmente deboli o moderati e nevosi solo ad alta quota.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati