20 ottobre 2019
ore 9:30
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 50 secondi
 Per tutti

Situazione: terza decade di ottobre torna il caldo anomalo sull'Italia e per giunta dopo un andamento climatico che è stato quasi sempre sopra media. La causa va ricercata nella circolazione atmosferica che si sta per realizzare, una saccatura atlantica che evolverà in un vortice di bassa pressione destinato ad avere una propria  evoluzione sul Mediterraneo. Il minimo richiamerà correnti calde e umide verso l'Italia costringendo l'anticiclone africano a farci nuovamente visita. Considerando il periodo farà davvero caldo con temperature che su alcune regioni potrebbero sfiorare la soglia dei 30°C. Vediamo i valori attesi nei prossimi giorni.

Domenica: ulteriore riscaldamento al Centro Sud mentre al Nord esclusa l'Emilia Romagna i valori restano in media a causa delle nubi e delle piogge. Massime fino a 28-30°C in Sardegna, 27°C in Puglia fino a 26-27°C in Campania e Lazio. Sono valori più tipici della seconda decade di settembre.

Lunedì: ulteriore riscaldamento in Emilia Romagna con punte fino a 27°C o persino superiori, caldo anche in Sardegna con punte di 30°C, in Puglia con 28°C , in Campania, Lazio e Toscana con 27°C e punte di 28°C o superiori nei centri città di Firenze, Roma, Napoli. In media solo Nordovest e Nordest. Dettagli

Martedì: Resiste una diffusa anomalia positiva sull'Italia con temperature massime superiori alle medie fino a 6-8°C in più su Centrali tirrenica, Sardegna, Campania, Puglia dove si potranno toccare nuovamente i 28°C o persino superiori nei grossi centri urbani. In media solo Nordovest e Nordest. Dettagli

Giorni successivi: il caldo anomalo continua con temperature massime abbondantemente sopra media anche mercoledì e in parte giovedì e venerdì all'estremo sud. Una possibile fase di maltempo a partire da giovedì dovrebbe comportare una lieve diminuzione al Nordovest e regioni più occidentali. Restate sempre aggiornati. 


Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia.


Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.


Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.


Allerte previste nei prossimi giorni: clicca qui.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati