29 aprile 2019
ore 16:10
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 15 secondi
 Per tutti
ciclone Fani sul Golfo del Bengala
ciclone Fani sul Golfo del Bengala

E' una stagione piuttosto movimentata per l'Oceano Indiano per via di un cospicuo numero di cicloni che si sono sviluppati. Potrebbe essere la stagione più attiva dal 1980, con 13 cicloni di cui 11 di categoria 3 equivalente o superiori. Tale stagione sembrerebbe molto vicina alle altre annate 89, 94 e 96. Il Mozambico è stato poi coinvolto nella stessa stagione da due cicloni di categoria 4 equivalente, Idai e Kenneth.

Nel frattempo seguiamo lo sviluppo della tempesta ciclonica Fani che continua a rafforzarsi sul Golfo del Bengala; probabilmente diventerà un ciclone piuttosto intenso nei prossimi giorni. Alcuni scenari lo indicano raggiungere la categoria 4 equivalente. Le precipitazioni piu' abbondanti dovrebbero aversi tra Srilanka e Tamil Nadu, nel sud dell'India. Ma Bangladesh e India sarebbero già pronti agli impatti del ciclone. Comunque differenti modelli suggeriscono diverse traiettorie di spostamento. Seguiremo l'evoluzione.

L'Oceano Indiano è stato interessato dal passaggio dell'onda convettiva della MJo nelle fasi 2 e 3. In questi ultimi giorni poi il passaggio della MJO è associato allo sviluppo di onde di Rossby e Kelvin. Questa situazione ha dato origine ad una doppia circolazione ciclonica 'speculare' con la genesi di Fani a nord e Lorna a Sud.

Fani e Lorna, due cicloni 'speculari'
Fani e Lorna, due cicloni 'speculari'

Nel frattempo l'India è interessata da un'ondata di caldo con valori diffusamente superiori ai 40°C su diverse località e punte fino a 47.5°C a Khargone. Si tratterebbe di un record mensile per la località ma anche la piu' alta fin'ora dell'emisfero Nord.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati